Cezanne . Les ateliers du midi.

Di Giorgia

CEZANNE. LES ATELIERS DU MIDI
Milano – Palazzo Reale
Sino al 26 febbraio 2012

Il tavolo di cucina – Natura morta con cesta, (1888-1890)olio su tela; 65x80 cmParigi, Musée d’Orsay, lascito di Auguste Pellerin, 1929© RMN (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski

Ecco pronta un'altro suggerimento per riempirci gli occhi di ciò che è bello, invece delle brutture che spesso ci troviamo a vedere intorno a noi. Questa volta riguarda Cezanne, un pittore che ha saputo fare della luce,  materia. 
La mostra, intitolata Cezanne:  Les atelier du midi è un omaggio al grande pittore francese e nel presentarvela vorrei riproporvi le parole che su di lui scrisse Emile Bernard con le quali si apre la mostra stessa: Più che un pittore, Cézanne era la pittura stessa divenuta vita. Non c’era un istante in cui egli vivesse al di fuori di essa: era come se, tra le dita, egli tenesse sempre il suo pennello.
A Cezanne, immenso artista non compreso dai suoi contemporanei, viene dedicata a Palazzo Reale, a Milano, questa mostra che ricostruisce il lavoro che egli svolse tra i due “Ateliers du Midi” (quelli provenzali di Jas de Bouffan, dove il maestro ha dipinto derettamente a parete le sue prime opere, per sfidare il padre,  e Lauves, l'atelier della maturità, dove dipinse negli ultimi anni solitari della sua vita), oltre ad alcune opere dipinte nei luoghi al pittore più cari come l’Estaque, Gardanne, Bellevue, Château Noir e


Bibémus, presentando in totale circa 50 opere provenienti dai più grandi musei del mondo quali Musée Granet di Aix-en-Provence, l’Ateneum Art Museum di Helsinki, la Tate National di Londra, il Chrysler Museum of Art di Norkolk, il Musée de l’Orangerie e il Petit Palais di Parigi, oltre al già citato Musée d’Orsay, il Princeton University Art Museum, l’Hermitage di San Pietroburgo, la National Gallery di Washington.  
 
Ma la parte del leone la fanno le 10 opere  direttamente provenienti dal Museo Dorsay, che ha concesso in prestito le sue opere grazie al lavoro di Rudy Chiappini, il curatore della mostra di Milano e di Denis Coutagne, ma grazie anche all'appoggio del Comitato Scientifico di cui fanno parte Guy Cogeval Direttore del Musée d’Orsay e Philippe Cézanne, pronipote dell’artista.
Zuccheriera, pere e tazza blu, 1865-1866olio su tela Parigi, Musée d’Orsay
(in deposito presso Musée Granet, Aix-en-Provence)
© 2011. White Images/Scala, Firenze

Il lavoro in studio, che l’artista univa ad un grande lavoro en plein air o, come amava ripetere, sur le motif, nel dipingere o nel rielaborare un ritratto, un paesaggio, una natura morta, varrà all'artista il titolo di "Padre" della pittura moderna, conferitogli dai più celebri artisti e storici dell'arte. 

La sua opera ha molto influenzato la pittura nel periodo successivo alla sua morte : da lui e dal suo lavoro prende spunto e vita il movimento cubista e il surrealismo oltre molte avanguardie artistiche del 900. 

La retrospettiva a lui dedicata l’anno successivo alla sua morte, avvenuta nel 1906, creo grandissima impressione e ispirò giovani pittori che rimasero influenzati dalla sua opera : tra loro, per far qualche nome, Modigliani e Picasso.

La rassegna presenta opere realizzate a partire dal 1860, con i temi  più cari e più congeniali a Cezanne come i ritratti, i paesaggi, le indimenticabili nature morte.

Chiudo citando un brano della presentazione della mostra: "Un grandissimo pittore, tenace e solitario, inventore di un linguaggio unico e fortemente riconoscibile, frutto di una disciplina ferrea, di una eccezionale intelligenza visiva, di un metodo studiato e ristudiato che ha per scopo la trasfigurazione della visione oggettiva in una pittura armonica ed essenziale."

Sede

Palazzo Reale, piazza Duomo, 12
20121 Milano

ORARI

  • Lunedì: 14.30-19.30
  • Martedì, Mercoledì, Venerdì e Domenica: 9.30-19.30
  • Giovedì e Sabato: 9.30-22.30
La biglietteria chiude un'ora prima

INFORMAZIONI 

Infoline: 02.92800375 (dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 18.30)

PRENOTAZIONI SCUOLE (biglietti, visite guidate)

diritto di prevendita € 1,00 a persona
Ufficio scuole: 02.92800375 
dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 18.30;
pagamento: carta di credito o bonifico

PRENOTAZIONI GRUPPI (biglietti e visite guidate)

diritto di prevendita € 1,50 a persona
Ufficio gruppi: 02.92800375
dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 18.30;
pagamento: carta di credito o bonifico

PREVENDITA BIGLIETTI

diritto di prevendita € 1,50 a persona
Infoline: 02.92800375
(dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 18.30;
pagamento: carta di credito o bonifico)

  • Punti vendita Vivaticket nelle principali città italiane
  • Bookstore Skira presso il Design Supermarket della Rinascente (piano -1)

PREZZI DEI BIGLIETTI

  • Intero € 9,00
  • Ridotto € 7,50
  • Ridotto scuole € 4,50
  • Ridotto famiglia € 16,50

VIDEOGUIDE

Per i gruppi e le scuole (medie e superiori) con guida, in mostra è obbligatorio l'utilizzo delle videoguide.
I sistemi, per coloro che ne fossero sprovvisti, possono essere noleggiati direttamente in mostra.

  • Gruppi € 30,00
  • Scuole (a classe) € 15,00

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Daniela 12/30/2011 23:14

Ringrazio tutte da parte di Giorgia che e' al momento senza pc. Appena se ne riapproprierà , vi ringrazierà di persona !

Virò 12/30/2011 14:53

Le tue presentazioni sono decisamente un fiore all'occhiello per MT: curate, precise e, soprattutto, appassionate.

E per il nuovo anno al mio augurio di ogni bene si unisce quello di continuare esattamente così (perchè ormai non se ne può proprio più fare a meno!)...

Elisa (elisa.emily86) 12/30/2011 13:49

io di Cezanne più che le nature morte amo soprattutto i dipinti dei paesaggi, sono meravigliosi. Ma mi trovo a Perugia (umbria), quindi... ;)

D.J. 12/30/2011 11:02

Ciao. Finalmente qualcuno che sa scrivere come si deve.. Sarà un vero piacere seguirti. A presto. Dany

D.J. 12/30/2011 10:56

Ciao!! Ben trovata! Finalmente qualcuno che scrive come si deve! Sarà un vero piacere seguirti!. A presto.
Dany