Fichi fritti con zabaione al Porto e gelato (chef F. Bassi).

Di Daniela

Ancora qualche foto a testimonianza della bella serata passata passeggiando per le vie del borgo antico ed elegante, testimone della storia millenaria del paese e della valle, assaggiando dolci semplici ma gustosi, di tradizione quasi altrettanto antica.

DSCF4473

DSCF4482

ed ecco anche l'antico mestiere che vi mostro oggi

serata dolci 2012



La seconda ricetta che vi proporrò oggi, sempre tratta dalla lezione del magico trio composto dallo chef Bassi, accompagnato da Gaetano Farucci e dal sommelier Emanuele Urbani

DSCF4491

Godereccia e particolare eccovi la ricetta

Fichi fritti con zabaione al Porto e gelato.

DSCF4513

Ingredienti per 6 porzioni 
Per i fichi fritti
9 fichi maturi ma sodi
5 dl acqua
250 gr di zucchero
100 ml di Porto
per lo zabaione al Porto
40 gr di tuorli d'uova
20 gr di zucchero
120 ml di Porto
Per la pastella
125 gr di farina 00
sale qb
1 cucchiaio di olio d'oliva
1di birra
20 gr di tuorli d'uova
30 gr di zucchero
Per completare
6 palline di gelato
20 gr di lamponi
foglioline di menta
olio per friggere e qualche fico extra

DSCF4512


Per i fichi fritti : bollite l'acqua con lo zucchero e il Porto fino ad ottenere uno sciroppo denso. cuocetevi i fichi, pelati, per 2-3 minuti e quindi lasciateli raffreddare nello sciroppo.
Per lo zabaione al Porto : unite i tuorli allo zucchero e al Porto, montate il tutto a bagnomaria fino ad ottenere una crema spugnosa.
Per la pastella : preparate la pastella con la farina , l'olio, i tuorli, il sale e la birra. Montate gli albumi a neve insieme allo zucchero e amalgamateli con cautela in pastella
Per completare il piatto : scolate bene i fichi dallo sciroppo e passateli nella pastella
Friggeteli in olio ben caldo, facendoli dorare : asciugate i fichi fritti su della carta  da cucina e guarniteli nei piatti da porzione con zabaione al Porto e gelato.
Decorateli con qualche lampone e foglioline di menta fresca.

DSCF4502

I consigli di chef Bassi:
1- i fichi devono essere maturi, ma non troppo morbidi, altrimenti rischiano di sfarsi già nella prima immersione nello sciroppo al Porto. A questo proposito, la cottura nello sciroppo deve essere davvero breve, tanto poi i fichi devono rimanere a raffreddarsi nello sciroppo, lontano dal fuoco e quindi si insaporiscono bene ugualmente.
2- la pastella per friggerli non deve essere troppo densa, ma solo velarli , per non nasconderne il sapore. A cottura ultimata ancora si vedrà quindi il colore dei fichi.
3- nel preparare lo zabaione al Porto è indispensabile non superare i 40° per evitare di avere una stracciatella , invece che un composto ben gonfio, continuando sempre a mescolare durante tutta la cottura.
4- il gelato può essere di fichi, di prugne o fatto, secondo i gusti di chef Bassi, con le prugne secche. Purtroppo la temperatura non gli ha consentito di portarne un assaggio alla lezione, perchè rimanendo esposto sul bancone si sarebbe sciolto.... ma sarei davvero stata curiosa di assaggiarlo :-)

Il nostro amico sommelier, Emanuele Urbani con questo piatto ha consigliato un Moscato d'Asti, grazie a tutta una serie di spiegazioni tecniche, che la mia ignoranza in materia non mi ha permesso di cogliere appieno. Comunque, Moscato d'Asti per tutti!!!!
Dani

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

ondinaincucina 07/21/2012 14:39

copio da Manuela e Silvia: divini!!!!!! mamma mia che squisitezza!!!!

Ciao Chow Linda 07/21/2012 05:48

Non ho mai mangiato (ne sentito) di fichi fritti, ma questa ricetta e' stupenda.

Pellegrina 07/20/2012 18:20

Entusiasmante! Davvero. Grazie, me la sognerò finché non riuscirò a farla.

Daniela 07/20/2012 16:31

Grazie mille ragazze!! A presto

Daniela 07/20/2012 16:31

Credi Barbara,un profumino goduriosissimo!! Sono contenta di esserti stata utile ... i consigli di un professionista sono davvero utili.... Buonissima giornata

Daniela 07/20/2012 16:27

Grazie mille !!!!

Manuela e Silvia 07/20/2012 15:42

Che chicca! divinamente originale e buoni!!!
bacioni

Barbara 07/20/2012 13:53

Lo zabaione al Porto mi ispira un sacco. dev'essere davvero buono! Grazie di aver riportato i consigli dello chef, sono molto utili.

Aria 07/20/2012 10:44

il fico fritto mi mancava e non me lo lascerò scappare con tanto di zabaione! che bel post ;)