Cartolina da Dinan in Bretagna (e galettes bretonnes à l'œuf et jambon)

foto M Massone

foto M Massone

Dinan,  è un comune francese situato nel dipartimento della Côtes-d'Armor nella regione della Bretagna. Dal 1986 è inserita nella lista delle Ville d'Art et d' Histoire francesi. E' un luogo particolare e affascinante, in riva al fiume Rance, dove stradine acciottolate si snodano tra splendidi palazzi, castelli e case medioevali, con le varatteristiche facciate a graticcio molto colorate.

La costruzione a graticcio è di origine romana (già Tacito ne parla nel I sec dC) ed è un metodo di creazione di edifici con cornici in legno collegate tra di loro in diverse posizioni. In tali edifici la struttura portante è costituita da una serie di travi in legno disposte orizzontalmente, verticalmente e obliquamente. Tali travi rimangono a vista nella facciata dell'edificio quando la costruzione è stata completata, conferendo un particolare e caratteristico stile agli edifici di questo genere. Gli spazi fra le travi sono generalmente riempiti da particolari composti di legno e limo, da pietre o da laterizi.

Quelle presenti a Dinan sono splendide!

PicMonkey Collage

Tra i monumenti di Dinan più belli e celebri è la chiesa di San Malò, un bell'esempio di architettura tardo Gotico "fiammeggiante" (o gotico flamboyant), dove è evidenziato l'andamento sinuoso delle linee e gli slanci diventano simili a fiamme che si innalzano verso l'alto, mentre i complessi strutturali di costoloni e archi rampanti diventano sempre più sottili ed accentuati. In questo stile le parti in muratura non portanti vengono spesso rimpiazzate da alte vetreate oppure alleggerite da elaborati trafori. Anche questa elegante chiesa è in effetti arricchita da molte vetrate artistiche di grande bellezza, realizzate nell'800 nella bottega di un celebre artista vetraio locale. 

L'edificio infatti è stato confiscato e saccheggiato durante la Rivoluzione francese e gli arredi originali e le opere d'arte religiose furono distrutti, bruciati o venduti.

Nel corso degli anni  Saint Malò è stato trasformato in una stalla, una fucina e perfino in un teatro e la navata e la torre sono stati distrutto da un incendio. L'edificio si era trasformato in un rudere; ma nel 1803 la chiesa fu riconsacrata e, grazie alla volontà dei cittadini di Dinan, fu iniziata nel 1808 la ricostruzione e il restauro, che furono eseguiti seguendo le antiche tecnche di costruzione del periodo della sua fondazione, utilizzando del granito locale e riportandola, alla fine, al suo splendore originale

dinan foto M.Massone

La tradizione attribuisce invece a Riwallon Rufus la fondazione della grande Basilica di Saint-Sauveur, quando ritornò nel 1112,  dalla Terra Santa. Catturato durante la prima crociata, il cavaliere, figlio cadetto di una celebre famiglia di Dinan, fece voto di costruire una chiesa dedicata a Saint-Sauveur e Santa Trinità, se avesse avuto il dono di poter rivedere la sua terra. Non esiste un testo storico che confermi questa leggenda, ma un documento dei 1123, attribuisce la chiesa e il suo cimitero, alla Abbazia di Saint- jacut, testimoniando così l'epoca della sua fondazione. Il suo stile architettonico è, come base, romanico, ma è stato profondamente influenzato dall'arte bizantina e persiana, influenza testimoniata da alcuni dettagli ornamentali, come cammelli, leoni alati e sirene.

dinan4

 

dinan7 

Tutto l'insieme della cittadina è incredibilmente pittoresca: Dinan è una delle tappe classiche e irrinunciabii di un tour della Bretagna ed è sempre affollata di turisti.

Immagine da qui

In particolare chi si trova in città nel mese di luglio potrà assistere alla Fête des Remparts  (la festa dei bastioni) che si svolge in anni alterni (la prossima edizione sarà nel 2014), in cui gli abitanti vestono in stile medievale e danno vita a rievocazioni storiche, giostre, teatro, sfilate e antichi mercati. 

dinan5 Foto di M. Massone

A questo spettacolo di storia, bellezza e tradizioni, non resta che unire una ricetta altrettanto tradizionale e precisamente 

Galettes bretonnes à l'œuf et jambon

La ricetta la troverete qui: l'avevo postata qualche tempo fa, insieme alla versione "in purezza"  e a due versioni dolci: Vedete voi cosa vi attira di più!

Buona giornata 

Daniela

 

Fonti

http://fr.wikipedia.org/wiki/Basilique_Saint-Sauveur_de_Dinan

http://www.travelfranceonline.com/dinan-st-malo-church/

http://www.bretagnafrancia.it/cotes-darmor/dinan/

http://www.bretagna-vacanze.com/sulla-bretagna/patrimonio/patrimonio-urbano

http://it.wikipedia.org/wiki/Costruzione_a_graticcio

http://it.wikipedia.org/wiki/Dinan

http://www.fete-remparts-dinan.com/

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Mario 12/03/2013 16:19

Girerò per casa questa sera...dicendo ad alta voce e con tono tronfio "gotico flamboyant...si si flamboyant...non lo conosci...male...forse non conosci quella cittadina..."
Ve possino, siete per un troglodita come me, meglio delle scuole seriali, questa è l'università pomeridiana per la serie "attraiamo morti di fame" (nella fattispecie io) e proviamo tramite l'esca del cibo a somministrargli un pò di cultura!!! :D ahahahaahahah
PS
Tra l'altro qui siamo ancora in attesa...non dico altro...ma Domenica dovrei andare da mia suocera!!! :DDDDD

Daniela 12/03/2013 16:48

Allora aspetterò commenti!!! Tu fingi di essere un troglodita, carino, ormai ti ho capito!!! Però certo la questione del flamboyant fa chic da pazzi e ti consento di giocartela con disinvoltura :-))))))))
Bacissimi !

Francesca 12/03/2013 11:28

Suggestivo questo paesino!
un viaggio attraverso la Bretagna e la Normandia è nei miei sogni da un pochino.
e le gallettes? le devo fare per forza! le avevo già viste in un altro blog :)
grazie per questo viaggetto!

Daniela 12/03/2013 14:04

E' un modo comodo di preparare un itinerario di viaggio , guardando che cosa ci si può aspettare :-)
Bacioni

Viviana 12/03/2013 10:53

Oddio che meraviglia.....
come vorrei poter viaggiare senza problemi... chissà, prima o poi!
Intanto mi accontento delle galettes, un'ottima consolazione! ;-)

Daniela 12/03/2013 13:58

Spero prima o poi di riuscire anche io ad essere libera di farlo :-) Mi sa che devo aspettare ancora qualche anno... Intanto anche io mi alleno con le galettes, per essere pronta ;-)!!!!

FedeB. 12/03/2013 09:31

Sono un paio d'anni che mi riprometto di puntare la mia moto verso la Bretagna e partire!
Fosse anche solo per vivere una settimana di galettes!!! :)
Queste le rifaccio sicuramente!

Ciao Dani!!! :))

Daniela 12/03/2013 10:13

Ciao Fede! un abbraccio e .. speriamo tu possa realizzare presto il tuo desiderio :-)

Valentina 12/03/2013 09:22

Che meraviglia di posto e che foto! sembra un viaggio indietro nel tempo.... le galettes bretonnes poi, sono diventate una costante a cadenza settimanale a casa mia, un po' come il giovedì gnocchi, troppo buone!

Daniela 12/03/2013 10:13

Anche qui da me sono un appuntamento ricorrente... ma mi piace l'idea del "mercoledì galettes"!!! Grazie Valentina e buona giornata