I Petticoat Tails (biscotti scozzesi) e una cartolina da Rosslyn Chapel (Scozia) e

foto da qui

Roslin a pochi chilometri da Edimburgo, nel Midlothian, in Scozia, luogo pieno di storia e di suggestioni. Nel 1446  Sir William St Clair, III Prince of Orkney, decise di voler far erigere una "Casa per il servizio del Signore... che doveva essere costruita con grandissima gloria e splendore". Nacque in questo modo la cappella di San Matteo, ancor oggi di proprietà della famiglia dei Conti di Rosslyn.

foto di G. Lupetti

foto di G. Lupetti

Questa cappella di Rosslyn è molto particolare, sia per le antiche storie che l'accompagnano, quanto per la sua bellezza ed ha ricevuto molta notorietà in più da quando il Codice da Vinci l'ha citata nelle sue pagine.

foto da qui

Si dice infatti, tra l'altro, che sia stata costruita sulla pianta del mitico tempio di Salomone; Dan Brown sostiene che in una sua colonna interna sia stato custodito il Sacro Graal; ci sono particolari massonici aggiunti durante la sua ristrutturazione ottocentesca, colonne di bellezza irripetibile, simboli celti inspiegabili all'interno di un tempio cristiano, simboli dei templari, rappresentazione di piante americane in realtà allora teoricamente sconosciute in europa e perfino un soffitto dal disegno impenetrabile, forse un codice non ancora svelato. 

Rosslyn Chapel 20061213 Ceiling

Di Otter (Opera propria) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) o CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)], attraverso Wikimedia Commons

Insomma ci sono tutti gli ingredienti giusti per reclamare l'attenzione di un turista. Vi sembra? 

Eccovi anche l'idea da accompagnare al piacere degli occhi: una tipica ricetta scozzese di biscotti, tratta da Scottish teatime recipes dal nome romantico

 

Petticoat tails (code di sottoveste)

I Petticoat Tails (biscotti scozzesi) e una cartolina da Rosslyn Chapel (Scozia) e

Questi frollini erano i preferiti di Maria Stuarda come già vi avevo raccontato qui e il loro nome deriva proprio dalle pesanti sottogonne che all'epoca venivano indossate dalle dame di corte, e che erano composte da tanti triangoli sovrapposti: date un'occhiata qui, se vi va di avere altre notizie

Ingredienti per 12 biscotti (o sei biscotti e una decina di piccoli ricci)

226 g farina 

113 g farina di riso o amido di mais (Maizena)

113 g burro

113 g zucchero a velo

per la decorazione

zucchero semolato

una manciata di noci (e qualche pinolo tostato)

mezza tavoletta di cioccolato fondente al 60% (circa)

petticoat tails 

Preriscaldare il forno a 180°C

Imburrate una teglia da forno, o un foglio da biscotti. Mescolate in una ciotola il burro e lo zucchero a velo. Setacciate la farina e lavorate fino ad ottenere un impasto morbido. Se dovesse essere troppo asciutto, potrete aggiungere un pochino d'acqua. Dividetelo in due parti.

Lavoratelo con il mattarello su una superficie infarinata ed ottenete due dischi sottili (ne ho ricavati 2 da 24 cm). Metteteli sulla teglia preparata o sul tappetino da forno e bucherellateli con i rebbi di una forchetta. Incidete ogni disco dividendolo in 6 triangoli. Cuoceteli per 20-25 minuti fino a che non avranno raggiunto un color oro pallido. Non fate passare questo punto di cottura.

Spolverizzateli con lo zucchero semolato, mentre sono ancora tiepidi.

Tagliate definitivamente i triangoli e metteteli a freddare su una gratella.

PicMonkey Collage 

Per presentarne la metà ho preso l'idea da un blog americano: la foto del riccio mi ha ispirato immediatamente. Così ho mantenuto la mia ricetta con la decorazione da loro suggerita. Dovete prendere un pezzetto di impasto e dargli la forma di una piccola pera. metteteli in forno e cuoceteli come gli altri a 180°/170°C per 20 minuti.

petticoat tails Una volta fuori dal forno e raffreddati, immergete la parte stondata nel cioccolato fuso e subito dopo nella granella di noce ( ho aggiunto anche qualche pinolo tostato) mescolata con un cucchiaino di zucchero semolato. Sono carini e buonissimi!

petticoat tails

Questi Petticoat tails sono davvero fantastici, friabili e dolci al punto giusto : insomma dovete assaggiarli !

Buona giornata

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Giulietta | Alterkitchen 11/18/2013 18:28

Che meraviglia quei luoghi scozzesi che tanto vorrei visitare... e che delizia devono essere questi biscotti :)

Daniela 11/18/2013 18:49

Giulia sono affascinanti gli uni quanto goduriosi gli altri :-))))) Bacioni!

Viviana 11/18/2013 09:53

Meravigliosa la Rosslyn Chapel..... emana fascino da ogni angolo solo a vederla in fotografia, non oso immaginare vista dal vero.....
I biscottini poi, va bè....quelli sono più abbordabili!! Decisamente da provare!!!

Daniela 11/18/2013 18:48

Viviana, ha un fascino davvero particolare: poi , ovviamente la citazione in uno dei libri più celebri degli ultimi anni l'ha resa ancor più intrigante e vagamente inquietante.... i biscottini invece, sono solo da preparare e sgranocchiare in pieno relax!! :-)

Kika 11/18/2013 08:42

sono bellissimi! Be' immagino anche buonissimi, ma prima di tutto bellissimi.

Daniela 11/18/2013 18:46

Grazie... e sono anche divertenti da fare... tra qualche tempo potranno essere una bella merenda per il tuo capolavoro :-))!!