"RENOIR. dalle Collezioni del Musée d'Orsay e dell'Orangerie"

"RENOIR. dalle Collezioni del Musée d'Orsay e dell'Orangerie"

Dal 23 ottobre al 23 febbraio è aperta al pubblico la mostra "RENOIR. dalle Collezioni del Musée d'Orsay e dell'Orangerie", un'esposizione splendida delle opere del grande maestro francese. I due musei hanno concesso in visone per questa mostra 60 opere tra le più belle o importanti di Auguste Renoir, che hanno il compito di raccontare al visitatore i momenti più importanti della sua carriera, dal momento impressionista iniziale fino al suo allontanamento progressivo da questa corrente pittorica  

PA Renoir , La lettrice, 1874/6

La mostra torinese si articola in nove sezioni.  


1- L’età della Bohème: E' il periodo iniziale della sua produzione, quello in cui conosce e frequenta Alfred Sisley, Frédéric Bazille e Claude Monet, dopo l'ammissione  all’Ecole des Beaux-Arts nel 1862,

P.A. Renoir: Frédéric Bazille peignant à son chevalet  1867

Jean Frederic Bazille: Ritratto di Auguste Renoir  1867

P.A. Renoir, Femme demi-nue couchée: la rose (1872 circa). 

 

2-“Nous adorons les femmes de Renoir” (Proust) : Qui si entra nella splendida galleria dei ritratti femminili del Maestro Renoir.

Pierre-Auguste Renoir, Madame Georges Charpentier, 1876-1877, olio su tela, 46×38 cm, Musée d’Orsay,  (RF 2244)

Giovane donna seduta (1909),

3-“Le métier de paysagiste” (Renoir) 

Pierre-Auguste Renoir:Sentiero nell'erba alta, 1876-1877 Olio su tela; 60 x 74 cm Paris, Musée d’Orsay (RF 2581)

Pierre-Auguste Renoir: Ponte ferroviario a Chatou, anche detto I castagni rosa, 1881 Paris, Musée d’Orsay (RF 3758)© René-Gabriel Ojéda RMN-Réunion des Musées Nationaux/ distr.Alinari

4- Infanzia 

Pierre Auguste Renoir (1841-1919)Julie Manet detto anche Bambina con il gatto1887Parigi, museo d'Orsay© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

PA Renoir: Rtratto del figlio Pierre 1919

5- La “recherche heureuse du côté moderne” (Zola) (la fortunata ricerca della dimensione moderna

 

Pierre-Auguste Renoir, L'altalena, 1876
Pierre-Auguste Renoir, Danza in città, 1883

6- A proposito delle ragazze al piano

Pierre Auguste Renoir (1841-1919) Ragazze al pianoforte 1892 Parigi, museo d'Orsay© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

7-“Beau comme un tableau de fleurs” (Renoir) 

PA Renoir, Gladioli, 1885

 

Pierre Auguste Renoir - Bouquet, 1900 Paris, Musée de l’Orangerie (RF 1963 15) © Franck Raux RMN-Réunion des Musées Nationaux/ distr. Alinari

 

8- “Le nu, forme indispensable de l’art” (Renoir) 

P.Auguste Renoir (1841-1919)Grande nudo1907 Parigi, museo d'OrsayDonazione ad opera dei Signori Kahn-Sriber, in ricordo dei coniugi Moch, 1975© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Pierre Auguste Renoir - L'acqua, anche detto Grande lavandaia accovacciata, 1916-1917 Bronzo, fuso da Alexis Rudier; Paris, Musée d’Orsay (RF 2703) © René-Gabriel Ojéda RMN-Réunion des Musées Nationaux/ distr. Alinari

9- L’eredità delle Bagnanti 

Pierre Auguste Renoir - Bagnanti, 1918-1919 Paris, Musée d’Orsay (RF 2795) © Hervé Lewandowski RMN-Réunion des Musées Nationaux/ Distr. Alinari

 

La mostra è curata da Sylvie Patry, Conservatore Capo presso il Musée d’Orsay e grande specialista di Renoir, e a Riccardo Passoni, Vice Direttore della GAM di Torino.

Inutile dire che bisognerebbe proprio vederla....

Le informazioni necessarie le troverete qui.

Buona giornata a tutti

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Pellegrina 12/09/2013 00:17

Cara Dani, questi impressionisti, come sempre, rapiscono gli occhi e pure il cuore.
Qui a Parigi, invece, c'è una a mio parere assai ben presentata retrospettiva su Jordaens, la gloire d'Anvers, al Petit Palais fino al 19 gennaio. Se si è Parigi, un salto ci starebbe. Certo, bisogna apprezzare minimamente il barocco.
http://www.petitpalais.paris.fr/fr/expositions/jordaens-1593-1678

Daniela 12/09/2013 15:02

io amo il barocco! Mi piacerebbe moltissimo vedere questa mostra.... sai che faccio? la condivido sul blog, per far sognare qualcun'altro :-): magari qualche fortunato a Parigi , anche solo di passaggio per le feste e che può vederla, c'è...
Grazie ragazza con la L
:-)