Di Sciatt al cioccolato e di musica nella vita...

Musica : in casa nostra questa parola ha un significato meraviglioso; si può dire che sia una di quelle magiche formule intorno alla quale ruota la nostra vita, nei suoi aspetti positivi.

Rappresenta la gioia e l'orgoglio di genitori nel vedere giovani vite che si lanciano con entusiasmo nello studio "matto e disperatissimo" con gioia impensabile, oltre al loro lavoro scolastico quotidiano. Rappresenta la gioia di vederle crescere appassionate in qualcosa che le aiuta ad aprire la mente, che insegna la disciplina e la gioia di esprimere i propri sentimenti allo stesso tempo, che funziona da valvola di sfogo e da bacino di serenità a cui attingere.. 

E' un modo di condividere con loro momenti unici, che siano un successo sfolgorante o una "grande" delusione, il piacere di assistere ai loro piccoli o grandi concerti, la "seccatura" di fare viaggi stipati come sardine, per portarci dietro il violoncello elettrico e il pianoforte digitale ogni volta che ci spostiamo :-), vissto che siamo ormai 5 adulti!

Insomma è decisamente una parte importante della nostra vita ed è una parte bella, luminosa ed esaltante: e non è solo classica o solo jazz, ma c'è anche il rock e il pop che anima le nostre giornate con le ragazze!

Per noi la musica, grazie alle Altre note, è legata anche alla Valtellina, terra meravigliosa, ricca di eccellenze alimentari oltre che di storia e di natura splendida. Ed è per questo che vi propongo oggi un altro dolcetto, squisito Valtellinese di nascita, che sarà perfetto anche per Pasqua... Lo proviamo?

 

Sciatt al cioccolato

da "Valtellina e Valchiavenna in tavola", AA.VV, Alpinia ed.

Di Sciatt al cioccolato e di musica nella vita...

Ingredienti

100 g di farina 00

100 g farina di grano saraceno

birra q.b.

32 cubetti di cioccolato fondente (65% per me, ma anche un 50%, se lo preferite meno amaro)

1 l di olio di semi di girasole per friggere

per la salsa

2 cucchiai di zucchero

1 cucchiaio di farina 00

2 tuorli d'uovo

2 dl di latte

1 dl di panna

estratto di vaniglia qb

sciatt 

Mescolate le farine e la birra sino ad ottenere una pastella piuttosto densa.  Lasciate riposare per un'ora.

sciatt

Mettete i cubetti di cioccolta nell''impasto e, con l'aiuto di due cucchiai, raccoglierli uno alla volta ricoperti dalla pastella e lasciateli cadere nell'olio caldo.

Lasciate dorare gli sciatt, quindi scolateli, posateli su carta assorbente e serviteli con la salsa calda.

Per la salsa: sbattete i tuorli con lo zucchero e la farina, aggiungete il latte bollito con l'estratto di vaniglia o, se preferite i semi di mezza stecca di vaniglia, riportate ad ebollizione, togliete dal fuoco, aggiungete la panna liquida e tenete in caldo.

Guarnite, se vi piace, con un filo di salsa ai frutti di bosco o con un giro di cioccolato fuso.

 

sciatt 

Gli sciatt sono croccanti fuori e dal cuore morbido di cioccolato, decisamente non dolci e si sposano perfettamente con la dolcezza della crema che li accompagna. Io ho aggiunto solo una spolveata di zucchero a velo.

Golosissimi!

Buona giornata 

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Pellegrina 04/25/2014 12:28

MERAVIGLIA!!!!
Devo comprare una friggitrice!!!

Daniela 04/27/2014 21:47

io "spuzzolentisco" un po' la casa, ma ogni tanto devo friggere :-)))