Cartolina da... l'Havana (Cuba) e il Pane Cubano

foto da qui

L'Havana è un luogo meraviglioso, una città da sogno sospesa tra periodi di storia ben distinti, lontani tra loro più di qualche "semplice" centinaia di anni. C'è la storia antica : la città è stata fondata nel 1515 da Diego Velázquez de Cuéllar, un conquistador spagnolo e ne trattiene ancora ricordi vividi; c'è una storia più recente, legata strettamente al periodo del proibizionismo americano, che la trasformò nel paradiso del gioco d'azzardo e della bella vita notturna, sotto il controllo di Fulgencio Batista, ed una storia moderna, legata al periodo successivo alla Revolución di Fidel Castro e di Ernesto "Che" Guevara.

Cartolina da... l'Havana (Cuba) e il Pane Cubano

Una delle piazze più celebri della Avana, che è anche una delle più grandi del mondo, è la Plaza de la Revolución. E' la tipica piazza da "folla oceanica" voluta da Batista, ma terminata da Castro, che la utilizzò da sempre per tenere i suoi discorsi nelle occasioni ufficiali, ma che ha visto anche altre personalità di grande spicco riunire grandi folle, come papa Giovanni Paolo II, quando ha compiuto lo storico viaggio a Cuba nel '98, o Benedetto XVI nel 2012. Nella piazza sono riuniti in immagine tre dei più celebri personaggi della storia e della cultura cubana: è lì  che infatti, sulla facciata di un palazzo, troneggia Camilo Cienfuegos, il "signore dell'avanguardia" cubana, l'héroe sonriente, uno dei massimi comandanti militari della rivoluzione, amico e collaboratore di Fidel (non per nulla lo accompagna la scritta "Vas bien Fidel"), grande personalità e uomo di grande peso tra i "Barbudos". Sulla facciata del Ministero degli interni, a pochi metri da Cienfuegos spicca invece l'immagine del Che, ora creata in bronzo da un artista cubano, che riprende la celebre foto di Korda, accompagnata dal suo celebre slogan, "Hasta la victoria siempre". Di fronte invece, c'è il monumento più alto dell'Avana, il Memorial Josè Martì, che fu un politico, poeta, scrittore e rivoluzionario cubano dell'800. Fu un leader del movimento per l'indipendenza cubana; a Cuba è considerato uno dei più grandi eroi nazionali. E' celebre ovunque anche per un altro motivo, molto più "leggero": Martì è l'autore del testo di una delle canzoni più famose al mondo: si tratta di Guantanamera!

Il pane cubano

da Taste of Cuba

pane cubano 

Il pane cubano è l'ideale per preparare i sandwich cubani, specialmente il "pan con lechon" il panino con la carne di maiale, un classico assoluto della cucina cubana, oppure, se dovesse avanzarvi, è perfetto tagliato a fette, leggermente tostato e spalmato con burro e marmellata...

Il sapore caratteristico è dovuto all'utilizzo di uno "starter",  preparato  il giorno prima. Altro particolare è l'impasto arricchito con strutto: è possibile sostituirlo con altri grassi, non animali, ma tutti le ricette che ho letto sono concordi nel sostenere che questo il Pan cubano deve il suo caratteristico sapore e la sua morbidezza, proprio all'utilizzo di questo particolare ingrediente.

Per 4 filoncini

per lo starter

2.5 g lievito secco

50 g acqua

60 g farina per pane o farina 00 

per il pane

4 cucchiaini e 1/2 di lievito secco o 2 cubetti di lievito di birra

1 cucchiai di zucchero

1,5 tazze di acqua tiepida

4 o 5  cucchiai di strutto

1/2 impasto preparato il giorno prima

1 cucchiaino di sale

3/5 tazze di farina per pane o 00 (1/2 manitoba e 1/2 semola)

pan cubano

Il primo giorno

Sciogliete prima il lievito in acqua tiepida e poi aggiungete la farina. Dovrete ottenere un impasto denso. Coprite con la pellicola trasparente e mettete a riposare in frigorifero per 24 ore.

il secondo giorno

Sciogliete il lievito in 3 cucchiai di acqua tiepida in una ciotola larga. Quando il composto comincia a fare le bolle (10 minuti circa), sciogliete al suo interno lo strutto, l'acqua rimanente  e metà della pasta preparata il giorno prima.

Mescolate con le dita e con un cucchiaio di legno. Aggiungete il sale e mescolate bene e poi la farina, poca per volta.

Si vuole ottenere un impasto che sia abbastanza sostenuto da poter impastare. Si può anche mescolare e impastare in un mixer munito di gancio per semplificare le operazioni .

Rovesciate la pasta su una superficie leggermente infarinata e impastate fino a che non diventi liscia ed elastica, per circa 6-8 minuti, aggiungendo farina se necessario. L'impasto deve essere elastico e non appiccicoso .

Trasferite in una ciotola leggermente unta, coprite e lasciate lievitare in un luogo caldo, privo di correnti d'aria, fino a quando non raddoppia, in circa 45 minuti . Sgonfiate l'impasto .

Per formare i pani, dividere l' impasto in 4 parti. Stendete ogni pezzo per formare un lungo cilindro da 35 cm, con estremità arrotondate (come una sorta di baguette). Mettere 2 dei pani su una teglia, a circa 6 centimetri di distanza uno dall'altro. Coprite con strofinacci di cotone inumidito e lasciate lievitare in caldo, senza correnti d'aria, fino al doppio della loro massa, per circa 1 ora. Se si vuole lasciar lievitare ad un ritmo più lento, si può fare in un luogo fresco, anche in frigorifero, ma lasciando riposare per 3-4 ore invece di 1 sola.

Preriscaldate il forno a 180 °C

Posate un pezzo di spago da cucina inumidito spesso ca. 3mm (o uno spiedino di metallo o di legno, anche questo inumidito), lungo tutta la lunghezza superiore della pagnotta (oppure fate con una lametta o un coltello affilatissimo un taglio netto): se l'avete, la ricetta originale prevede una sottile foglia di palma umida stesa sopra i pane per lasciare il caratteristico taglio! L'aspetto migliore però, forse, l'ho ottenuto nel panino con il taglio... Cuocete fino a quando i pani sono leggermente dorati sulla parte superiore ed emettono un suono sordo se leggermente battuti, per circa 30 minuti. 

Lasciate raffreddare leggermente e rimuovete le corde. Lasciano un piccolo solco.

Trasferite le pagnotte su una rastrelliera per il raffreddamento. Quantitativo per 4 pagnotte.

Con una crosta croccante all'esterno e una struttura leggera all'interno, il pane cubano è una delizia assoluta!

Buona giornata a tutti

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

omega replica 05/21/2015 04:42

Interesting info, do you know where I can find similar information?