Il Crumble senza farina di pesche gialle, albicocche e fragole di Gwyneth Paltrow da "It's All Good"

Sono stata in montagna la settimana scorsa, una fuga velocissima, per risolvere piccole cose e già che eravamo lì, abbiamo fatto un salto a Trepalle, scollinando dal passo del Foscagno. E' stata un'idea eccellente: non solo abbiamo potuto ammirare un panorama mozzafiato, abbiamo mangiato un'ottima pizza e abbiamo fatto una passeggiata sulla neve, cosa che amiamo...

passo Foscagno 

Foscagno

...ma abbiamo anche avuto la fortuna di poter vedere e fotografare, con la massima calma, le timidissime marmotte, rese più audaci dalla fame del risveglio, che le ha fatte scendere fino alla strada per trovare erba  fresca e fiori gustosi. Sono animali bellissimi e, per quanto in questo periodo siano più magre per via dell'inverno e del consumo di grasso durante il letargo, diciamo che hanno una corporatura cicciotta e un pelo magnifico: in più la loro organizzazione sociale, il loro proverbiale sonno, il loro linguaggio e la presenza costante di una sentinella che protegge il gruppo, le rende piacevoli e simpatiche.

PicMonkey Collage 

Estivo, a dispetto della neve e delle temperature provate è il dolce che vi propongo oggi, che nella sua versione originale è vegano e adatto a chi soffre di celiachia o semplicemente di intolleranza al glutine.

Crumble senza farina di pesche gialle, albicocche e fragole

da "It's All Good" di G. Paltrow

Il Crumble senza farina di pesche gialle, albicocche e fragole di Gwyneth Paltrow da "It's All Good"
Il Crumble senza farina di pesche gialle, albicocche e fragole di Gwyneth Paltrow da "It's All Good"

900 g di frutta mista (per me pesche gialle, albicocche e fragole)

4 cucchiai di sciroppo d'acero di buona qualità

1 cucchiaio di succo di limone

100 g di farina di mandorle

50 g di fiocchi di quinoa (ma vanno bene anche i fiocchi d'avena)

1 pizzico di sale

1/2 cucchiaio di cannella macinata

2 cucchiai di olio evo

DSCF4656 

La quinoa è una pianta erbacea appartenente alla stessa famiglia di spinaci e barbabietole, ma spesso scambiata per un cereale, per via dei suoi chicchi che la rendono molto simile a tale categoria alimentare e vegetale. E' un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco, oltre alle vitamine C, E ed alcune del gruppo B. È anche un'ottima fonte di proteine vegetali, poiché contiene tutti gli amminoacidi essenziali (fatto raro nel regno vegetale) e in proporzioni bilanciate, che corrispondono alle raccomandazioni dell'OMSContiene inoltre grassi in prevalenza insaturi e Ha un basso contenuto calorico. La quinoa, non contenendo glutine, può essere consumata dai celiaci e dagli intolleranti. In alternativa a questo prodotto così interessante e se non avete intolleranze, potete comunque usare i fiocchi d'avena. (Da qui e qui)

Preriscaldate il forno a 200°C

Mescolate la frutta, pelata, denocciolata e tagliata a fettine, in una teglia da forno bassa, con 2 cucchiai di sciroppo d'acero e il succo di limone. Mescolatela farina, i fiocchi di quinoa, il sale e la cannella in una ciotola: aggiungete i rimanenti 2 cucchiai di sciroppo d'acero e l'olio di oliva e mescolate fino a che non saranno combinati bene.

Sbriciolate il composto sopra la frutta e cuocete in forno, fino a far diventare la superficie di un bel colore scuro, mentre la frutta sobbolle, circa 20 minuti. Io invece ho utilizzato delle piccole teglie monoporzione e  per la cottura sono stati sufficienti 10 minuti circa.

Delizioso, molto profumato ed aromatico. Una merenda vitaminica e buona ed un ottimo fine pasto. Potete usare anche frutta diversa: per esempio l'autrice propone mix di frutta con il nocciolo con frutti di bosco, tipo albicocche e lamponi bianchi o pesche con mirtilli, ma  la scelta può essere la più varia, a seconda delle stagioni. 

Buona giornata

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post