Tempo di esami e di Brioches (di Montersino).

brioches 

Tempo di esami, tempo di noiosi, lunghi, impegnativi esami... Non importa di che livello: un esame crea sempre tensione, rende nervosi e toglie l'appetito (o crea una funesta fame da nervi tesi!) Come se non bastasse, tutto questo accade sempre quando il tempo atmosferico dà il meglio di sé. Nella mia personalissima idea delle coincidenze, più l'estate è calda e afosa, più è importante l'esame che deve essere sostenuto: e giusto in questi giorni il caldo è esploso in tutta la sua potenza :-)!!

Comunque, proprio per dare un po' di soddisfazione agli stomaci irritati e ai cervelli recalcitranti verso questo ultimo tour de force scolastico, mi dedico alla preparazione di cose golose e nutrienti, che aiutino a consumare una colazione ricca e golosa, per partire ben carichi fin dalla mattina...

La frase "no, non ho voglia, fa caldo, sono stanca, non voglio mangiare", che diversamente sentirei ripetere costantemente, di fronte a tanta dolcezza viene accuratamente evitata ed anzi, si trasforma in "magari un'altra per merenda, mami?"

Brioches

di Luca Montersino

Tempo di esami e di Brioches (di Montersino).

La ricetta originale aveva dosi quadruple: ne ho preparato una dose ridotta per non tenere troppo tempo il forno acceso, visto che avrei dovuto farne diverse infornate!

Ingredienti

500 g di farina 0

80 g di latte intero fresco a tempertura ambiente

15 g di lievito di birra

180 g di uova

70 g di zucchero

15 g di miele 

10 g di rum

2 cucchiaini di buccia di limone

½ bacca di vaniglia (o un cucchiaino di estratto di vaniglia)

180 g di burro 

7 g di sale

Per spennellare: 

zucchero a velo (aromatizzato il mio)

acqua

brioches 

Tirate fuori il burro dal frigo, perchè dovrete utilizzarlo a temperatura ambiente.

Nella bowl della planetaria mettete la farina, il lievito sbriciolato e sciolto nel latte a temperatura ambiente, le uova (che ho pesate e sbattute a parte), lo zucchero, il miele, il rum, la buccia di limone e la vaniglia. Lavorate l'impasto per circa 8 minuti a media velocità. 

Lavorate con una frusta il burro e incorporatelo all'impasto: fateimpastare fino a che non otterrete un impasto omogeneo, lucido e liscio, che si incorda sul gancio della macchina.

Coprite la ciotola con un coperchio (il mio si incastra perfettamente, altrimenti usate della pellicola trasparente) e fate lievitare fino a che la massa non è raddoppiata (con questo caldo giusto un paio d'ore ed è pronta). Sgonfiate ora l'imasto lavorandolo leggermente, raccoglietelo in una palla e mettetelo in frigo, ancora protetto dalla pellicola. Lasciatelo lì per 3 ore e poi riprendetelo, formate le brioches, dando loro la forma che preferite, disponetele sulla teglia ricoperta da un foglio di carta forno (due teglie per me) e lasciatele lievitare per ancora una mezz'ora. L'impasto è sufficiente per una ventina di brioches di "taglia normale", ma, data la golosità di casa, ne ho preparate solo 12, un po' più grandi :-). Lasciate che le brioches raddoppino di volume. E' un impasto molto morbido, che tende ad allargarsi un po', nel lievitare, quindi tenetene conto nel posizionarle sulla teglia.

brioches 

Montersino consiglia, prima di infornarle, di spennellarle con una miscela di tuorli d'uovo e panna, miscelati insieme nella stessa quantità, mentre io ho preferito infornarle senza nulla, spennellandole invece, appena uscite dal forno, con un mix di zucchero a velo e pochissima acqua, giusto la quantità per scioglierlo bene, aromatizzato con una puntina di estratto di vaniglia.

Infornate  a 180°C per 10-12 minuti, finchè non diventino belle dorate.

Lucide, morbide e soffici, le ho farcite con 2 cucchiai di crema pasticcera e 1 di marmellata di mirtilli... Sono assai lontane dalla perfezione nella forma, ma il sapore...c'è!! Ne ho surgelate alcune, per mantenerle perfette per le prossime colazioni e stamani ne ho assaggiate due scongelate e appena passate in forno: perfette!

Io dico che meritano l'assaggio e la preparazione, nonostante il caldo!

Buona giornata a tutti

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

virjaja 06/16/2014 10:50

moi qui suis gourmande...bisous. cathy

Daniela 06/16/2014 16:48

:-)! Merci!!

Virò 06/12/2014 19:42

O mon Dieu...questa sì è una ricetta da rifare all'istante! Come gli hai dato questa forma?

Daniela 06/12/2014 20:30

la palletta sotto un po' più grande e più piccola sopra , schiacciando con un dito al centro della grande per appoggiare la piccola in un buchetto...... Molto semplice.... per non sbagliare!