Dentro la ricetta del Lunedì: Empanadas 3 - Preparazione

Dentro la ricetta del Lunedì: Empanadas 3 - Preparazione

Post in tre puntate e mezzo.

[precedenti: 2 - El Relleno de humita (il ripieno di mais) ; 1 - La Masa (l'impasto)

 

Ed eccoci alla terza e penultima puntata con questo piatto tipico della tradizione argentina.

Un lunedì senza prove oggi, ma pieno di studio intenso e di programmi per organizzare e pianificare tanti progetti musicali di vario genere. La settimana scorsa vi ho parlato del ripieno, che ne dite?? Vi è piaciuto? Pur essendo piuttosto tendente al dolce, credo che anche qui, come in Argentina, possa soddisfare anche i palati più esegenti o dei più piccoli.

Quindi, dopo il ripieno non ci rimane che scoprire come confezionare questo delizioso piatto. E' molto semplice, in realtà. 

Se seguirete i procedimenti ed i consigli qui di seguito, non potrete sbagliare!! ;)

 

La preparazione è tanto semplice quanto noiosa, se si è costretti, come me, a farne più di un centinaio. Se invece siete più fortunati sarà anche divertente!

Avendo già preparato voi la sfoglia, dovrete stenderla su una spianatoia molto ben infarinata e allo spessore di 1/1,5 mm: poi con un coppa pasta di circa 15/20 cm dovrete tagliare tondini. La sfoglia è piuttosto elastica, perciò se i tondini dovessero "ritirarsi" sarebbe meglio gli stendeste un poco.

Fatto ciò, mettete uno o due cucchiaini di impasto all'interno e sigillate il tutto, aiutandovi eventualmente inumidendo i bordi. Si usa spesso richiudere le empanadas secondo la tipologia del ripieno, sempre se ne facciano diversi.

Adagiate il tutto in un tegame, sulla carta da forno. Spennellate con dell'uovo sbattuto.

 

Cottura

Cuocete per 13 minuti circa nel forno statico, in posizione centrale, a 250°C; o a 210°C in ventilato per 10 min. Oppure: friggete in abbondante olio di semi, strutto, margarina, olio d'oliva o burro, fino a quando l'esterno non risulti ben dorato, controllate sempre la temperatura dell'olio, mantenendola costante. [Fritte nel burro sono magiche].

 

PicMonkey Collage empan3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Impiattamento

Servitele belle calde, eventualmente accompagnate da qualche bella fresca insalata di verdure (e frutta).

Oppure mangiatele a temperatura ambiente per un pic-nic godurioso.

Se le friggete abbiate l'accortezza di farle raffreddare per almeno qualche minuto su della carta assorbente.

 

Non sentite già il profumino che inonda la vostra cucina??

 

A lunedì prossimo con un'altra puntata!

Giorgia

Condividi post

Repost 0
Commenta il post