La (triste) Questione di censis di Gramellini e una squisita Crostata di nocciole alle Clementine

06/12/2014

di Massimo Gramellini

 

L’Italia è un Paese che umilia i giovani, denuncia l’ultimo rapporto Censis del diversamente giovane Giuseppe De Rita. Solo una sparuta minoranza immagina che l’intelligenza serva a farsi strada nella vita. Anche la cultura e l’istruzione godono di scarsa considerazione. I ragazzi italiani credono che per fare carriera servano le conoscenze giuste e i legami familiari, registra il presidente del Censis con sorpresa e, gli va riconosciuto, un certo dispiacere. Dopo di che procede alla nomina del nuovo direttore generale del Censis, l’ingegner Giorgio De Rita. Sulle prime molti pensano a un caso di omonimia.

Invece no, Giorgio è proprio figlio di Giuseppe. Fortunatamente non si tratta di raccomandazione, familismo o conflitto di interesse, fenomeni già catechizzati da De Rita (Giuseppe) in una dozzina di rapporti Censis. De Rita (Giuseppe) ha scelto De Rita (Giorgio) in quanto è il più bravo di tutti. E se tuo figlio è il migliore, non dargli il posto solo perché la nomina dipende da te sarebbe una discriminazione all’incontrario. Qualsiasi interpretazione diversa, sostiene De Rita (Giuseppe, ma probabilmente anche Giorgio), significa «cercare a oltranza il capello».

Il ragionamento ha una sua audacia, ma forse sottovaluta il fatto che qualsiasi altro padre interpellato dal Censis affermerebbe che suo figlio è il più bravo di tutti. Per questo nelle nazioni diverse dalla Corea del Nord vige l’usanza di impedire a un padre di assegnare incarichi di rilevanza pubblica a un figlio, sia pur bravissimo. Si tratta di clausole curiose dal nome a noi ignoto di regole. Ne scoprirà l’esistenza il prossimo rapporto del Censis.

Direi che non c'è bisogno di alcun commento...

 

Crostata di nocciole alle Clementine

da un'ide di Ellé a table

La (triste) Questione di censis di Gramellini e una squisita Crostata di nocciole alle Clementine

La cannella e la vaniglia provengono direttamente dal Madagascar, acquistate per me pochissimo tempo fa direttamente in loco da mio nipote e la sua neo sposa, in viaggio di nozze in quelle zone  :-). Il profumo e l'aroma sono decisamente meravigliosi!!!!!

Ingredienti per 6 (tortiera da 24 cm)

clementine (bio) 3 o 4
zucchero semolato (per me di canna) 2 cucchiai
vaniglia 1/2 stecca
cannella 1/2 cucchiaino
per la pastafrolla alle nocciole  
farina00 250 g
farina di nocciole 50 g
burro (a temperatura ambiente) 125 g
zucchero semolato (per me di canna) 125 g
uova intere 1

clementine 

Preparazione:

Preparate la pasta: Sbattete il burro e lo zucchero in una ciotola fino a quando il composto è bianco e spumoso. Incorporate l'uovo, poi la farina e la farina di nocciole. Lavorate l'impasto a mano fino a che liscio. Formate una palla, avvolgerla nella pellicola e tenete in frigorifero almeno 2 ore prima di utilizzarla. 

Accendete il forno a 210 ° C (190°C ventilato per me) Mescolate lo zucchero e le spezie. Per la vaniglia, ho tagliato a metà una mezza stecca e ne ho estratto i semini, che ho mescolato con lo zucchero e la cannella. 

Stendete la pasta a 1/2 cm di spessore. Tagliate in un disco di circa 25/26 centimetri di diametro. 

clementine 

Lavate e asciugate le clementine. Tagliatele a fette dello spessore di 3 mm ca. 

Stendete le fette di clementine sulla pasta e cospargetele con lo zucchero speziato.  Mettete in forno e cuocete per 18-20 minuti, fino a quando le clementine si saranno leggermente asciugate e la pasta sarà dorata. Non cuocete troppo per evitare che la pasta diventi troppo secca. Deve essere appena dorata.

Servite la torta tiepida a temperatura ambiente. Io l'ho accompagnata con un ciuffetto di panna montata leggermente zuccherata.

 

biscotti clementine 

Con i ritagli che vi avanzeranno potrete anche preparare una deliziosa merenda o una pausa caffè profumata...

Profumatissima e delicata, leggermente croccante e con il colore del sole, questa crostata è perfetta per la stagione invernale... Il profumo di cannella e vaniglia, appena uscita dal forno, regala a tutta la casa un'atmosfera deliziosa.

Irresistibile!

Buona giornata a tutti

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post