Il pane di campagna (ai 5 cereali) di G.Purnell e... l'influenza che stordisce.

Il pane di campagna (ai 5 cereali) di G.Purnell e... l'influenza che stordisce.

Davvero non posso crederci: in questo periodo sono stanca, sono talmente stanca che faccio fatica non solo a muovermi, ma anche ad immaginare di muovermi... Arrivo sempre all'ultimo momento su tutto e quasi mi sembra di non riuscire a concludere tranquillamente tutto ciò che dovrei, che in verità non è mai poco...

La colpa è tutta di questa stupidissima influenza che ha messo ko in momenti diversi tutta la famiglia, come migliaia di altre persone e io, che sono sempre l'ultima a crollare quando tutti gli altri bene o male si sono ripresi, questa volta l'ho proprio presa bene, con tutti i crismi del caso, dal naso colante, ad una tosse bella cavernosa e sconquassante, alla febbre alta: tutto come da copione. 

E ora che in teoria è passata (a parte qualche strascico di tosse) mi però rimasta addosso una estrema stanchezza, fastidiosa e debilitante, dalla quale faccio proprio fatica ad uscire....

Anche la cucina, per quanto possibile data la frequenza e il numero dei miei commensali, ne risente e non riesco a fare un granchè... Questo pane eccellente è stato una delle poche eccezioni del fine settimana, impegnato tra l'atro anche dai premi dell'Mtc, ma la sua bontà e leggerezza mi ha convinto a "girarvelo".

(l'immagine proviene da qui)

Pane di campagna ai 5 cereali

di G. Purnell da Cracking Yolks & Pig Tales

Il pane di campagna (ai 5 cereali) di G.Purnell e... l'influenza che stordisce.
Ingredienti

350 - 500 ml di acqua tiepida 55-58°C

25 g di lievito fresco, sbriciolato

25 g di black treacle (melassa scura)

50 ml di olio di semi di girasole (io oliva)

450 di farina per pane di campagna (per me ai 5 cereali)

15 g sale

pane 5 cereali 

Iniziamo dal cos'è il black treacle o melassa nera : ve ne ho già accennato parlandovi del pane di Paul Hollywood con la farina di segale e fiocchi d'avena e aggiungo che si può trovare in ogni drogheria ben fornita. Volendo, se proprio non la trovate , potreste sostituirla con sciroppo d'acero o miele, ma il sapore che otterrete sarà ovviamente un po' diverso: la melassa nera è molto aromatica.

PICT1593 

Ecco il procedimento:

mettete 350ml di acqua tiepida in una ciotola e scioglietevi dentro completamente, mescolando, il lievito sbriciolato. Aggiungete la melassa, e l'olio e mescolate ancora con una frusta finchè tutto non sia completamente mescoolato. Lasciate questo composto 5 minuti a fermentare.

Mettete la farina e il sale nella cotola del mixer con il gancio per impastare e avviatelo a bassa velocità. A poco a poco, aggiungete alla farina il composto con il lievito, e aumentate la velocità  fino alla media, aggiungendo se necessario ancora un po di acqua tiepida, fino ad ottenere un impasto morbido e liscio (per me non è stao necessario aggiungere altra acqua). Fatelo lavorare per 5 minuti.

PICT1572 

Dopo aver staccato bene, con l'aiuto di una spatola, la pasta dai bordi della ciotola, ricoprite il tutto con la pellicola trasparente e lasciate riposare in un ambennte tiepido e al riparo da correnti d'aria per 20 minuti, fino al raddoppio delle dimensioni.

Rovesciate l'impasto su una superficie infarinata, e infarinatelo leggermente. Qui c'è una piccola discrepanza tra ciò che suggerisce lo chef e ciò che ho fatto io: invece di dividere il tutto in 4 parti, ho preferito dividerlo solo in due, e messa ognuna in una ciotola, ricoperta con la pellicola trasparente, lasciatele riposare per 5-10 minuti.

Ungete e infarinate 2 forme da plumcake e mettete in ogni forma un impasto e infarinatelo leggermente, ricopritelo nuovamente con la pellicola e metteteli a riposare in luogo tiepido per altri 40 minuti. Se invece desiderate una crosta più consistente e una mollica più leggera, mettete le due forme in frigo per 24 ore.

PICT1576 

Intanto riscaldate il forno a 190°C.

I tempi indicati da Purnell sono pensati per 4 pani più piccoli, io li ho leggermente aumentati per la mia pezzatura leggermente maggiore.

Togliete la pellicola dalle forme e infornatele a metà altezza, schizzando l'interno del forno con dell'acqua per creare vapore, e cuocete per 15 minuti. 

Abbassate la temperatura a 170°C e cuocete per altri 15-18 minuti. 

Togliete le forme dal forno e battendo sul fondo del pane sformato dovreste sentire un suono sordo, di vuoto. Io ho rimesso i pani in forno nudi. per altri 5 minuti.

Lasciate raffreddare i pani per 15 minuti prima di servirli.

Morbido e delizioso oltre che aromatico. 

Buona giornata a tutti

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Ely 66 03/14/2015 18:06

Complimenti penso proprio che lunedì lo proverò. grazie per la ricetta .Io sono appena approdata nel mondo dei blog e sono proprio alle prime armi il mio blog si intitola ricettetranoi.over-blog.com mi farebbe piacere averti tra i miei contatti e ricevere tuoi consigli/commenti . A presto Ely66

Daniela 03/14/2015 18:52

Grazie Ely! Verrò a dare un'occhiata :-) Buon fine settimana

lagaiaceliaca 03/03/2015 18:34

fatnastico questo pane, daniela. da copiare in ogni modo!!! mi piace molto l'idea della melassa, e del suo profumo di liquerizia.

Daniela 03/03/2015 19:06

Ciao Gaia!! si in effetti è una gioia per il naso prima che per il gusto :-)!!!
E poi conosciamo entrambe bene l'autore e sai che "sa fare"!!!
Bacioni grandi!!