Un antipasto fresco: Insalata di carciofi con aceto balsamico invecchiato e parmigiano reggiano (e un'alternativa al pecorino)...e un MusicAperitivo interessante!

Ieri, come capita spessissimo utimamente, abbiamo goduto di una mattinata con aperitivo piacevolissima al Carlo Felice. Abbiamo assistito e per me era la prima volta, alle prove di un'opera, in questo caso la Fedora di Giordano, ispirata dal dramma di Victorien Sardou (alla cui opera è ispirata anche Tosca), che andrà in scena dal 21 al 29 di questo mese, per la regia di Rosetta Cucchi e la direzione del M° Valerio Galli.

E' stato interessantissimo vedere dal vivo le interazioni tra il direttore d'orchestra e i musicisti nella fossa, i costanti contatti con i cantanti, la presenza del banco della regia, illuminato, nella platea, la regista, che si muoveva sul paco dando indicazioni ai protagonisti, come pure al coro, per eseguire i movimenti collettivi o i gesti che facciano risaltare i sentimenti espressi dal canto...

Insomma, un lavoro molto impegnativo e coinvolgente, a cui capita di rado di pensare, abituati spesso solo ad ammirare, o a criticare, i lavori completamente rifiniti, che vediamo di volta in volta sul palco: ne avevo avuto un'anticipazione dalle parole di Dario Argento, ma vedere dal vivo ha, come sempre, tutto un altro sapore...

R. Magritte, 1960, La corda sensibile

L'ora che ci era stata concessa per seguire le prove è volata, ci ha incuriosito l'allestimento e piaciute le voci dei cantanti: come sempre un'esperienza originale e coinvolgente, come tutte quelle cui abbiamo assistito durante i MusicAperitivi, i concerti della domenica mattina al Carlo Felice, un'iniziativa che ci piace moltissimo e che non ci ha ancora deluso o annoiato neppure una volta! 

 

Insalata di carciofi con aceto balsamico invecchiato e parmigiano (e parmigiano e un'alternativa al pecorino)

Un antipasto fresco: Insalata di carciofi con aceto balsamico invecchiato e parmigiano reggiano (e un'alternativa al pecorino)...e un MusicAperitivo interessante!

Più che una ricetta, un suggerimento, basato sull'utilizzo di tre straordinarie eccellenze italiane che, possiamo ben dire, il mondo ci invidia.

Si tratta dell'aceto basamico, del parmigiano reggiano e i carciofi di albenga .

Per ciò che mi riguarda ho utilizzato l'aceto balsamico invecchiato del Consorzio per la tutela dell'aceto balsamico di Modena, il parmigiano Reggiano invecchiato 36 mesi, Grand Cru, dell'Azienda Bertinelli .

PicMonkey Collage 2 

 

Ingredienti per 4

2 carciofi di Albenga 

aceto Balsamico di Modena igp invecchiato

parmigiano reggiano Grand Cru 36 mesi 

olio evo

sale e pepe

PICT1653 

Pulite i carciofi e metteteli nell'acqua acidulata con una fetta di limone. Intanto tagliate a scaglie sottili il parmigiano reggiano e disponetelo in una cotola. Tagliate a fettine anche i carciofi, uniteli alle scaglie di parmigiano conditeli con olio e sale.

Servite l'insalata subito, come antipasto o come piatto unico, per uno spuntino veloce, aumentando un po' le dosi, eventualmente :-).

Accompagnate con l'aceto balsamico, che ognuno utilizzerà a piacere, secondo il proprio gusto.

PicMonkey Collage 

Se preferite, potrete sostituire il parmigiano con dell'ottimo pecorino (romano, leggermente piccante o toscano, più dolce) e poi accompagnato dall'aceto balsamico.

In ogni caso è un piatto incredibilmente saporito, fresco ed energetico.

Buona giornata a tutti

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post