Di limoni, limoncino e limoncello...

E. Manet The Lemon, 1880 (Musée d'Orsay)

E. Manet The Lemon, 1880 (Musée d'Orsay)

Ode al limone

Pablo Neruda
 
Da quelle zagare 
disfatte
dal lume della luna,
da quell'effluvio di un amore esasperato,
affondato in fragranza,
uscì
dall'albero il giallo,
dal loro planetario
scesero a terra i limoni.

Tenera mercanzia!
Si gremirono rive,
mercati,
di luce, d'oro
silvestre,
e aprimmo
le due metà
del miracolo,
acido congelato
che stillava
dagli emisferi
di una stella,
e il liquore più profondo
della natura,
intrasferibile, vivo,
irriducibile,
nacque dalla freschezza
del limone,
dalla sua casa fragrante,
dalla sua agra, segreta simmetria.

Nel limone divisero
i coltelli
una piccola
cattedrale,
l'abside nascosta
aprì alla luce le acide vetrate
e in gocce
scivolarono i topazi,
gli altari,
la fresca architettura.

Così, quando la tua mano
strizza l'emisfero
del tagliato
limone sul tuo piatto,
un universo d'oro
tu spargi,
un giallo calice
di miracoli,
uno dei capezzoli odorosi
del petto della terra,
raggio di luce convertito in frutto,
il minuscolo fuoco di un pianeta.
G. Braque, limoni, 1929  - F. Casorati, limoni - C Monet, limoni a Bordighera - V.Van Gogh, natura morta con limoni , 1887 -  A.Renoir, tre limoni - Monet, limoni su un ramo
G. Braque, limoni, 1929  - F. Casorati, limoni - C Monet, limoni a Bordighera - V.Van Gogh, natura morta con limoni , 1887 -  A.Renoir, tre limoni - Monet, limoni su un ramo
G. Braque, limoni, 1929  - F. Casorati, limoni - C Monet, limoni a Bordighera - V.Van Gogh, natura morta con limoni , 1887 -  A.Renoir, tre limoni - Monet, limoni su un ramo
G. Braque, limoni, 1929  - F. Casorati, limoni - C Monet, limoni a Bordighera - V.Van Gogh, natura morta con limoni , 1887 -  A.Renoir, tre limoni - Monet, limoni su un ramo
G. Braque, limoni, 1929  - F. Casorati, limoni - C Monet, limoni a Bordighera - V.Van Gogh, natura morta con limoni , 1887 -  A.Renoir, tre limoni - Monet, limoni su un ramo
G. Braque, limoni, 1929  - F. Casorati, limoni - C Monet, limoni a Bordighera - V.Van Gogh, natura morta con limoni , 1887 -  A.Renoir, tre limoni - Monet, limoni su un ramo

G. Braque, limoni, 1929 - F. Casorati, limoni - C Monet, limoni a Bordighera - V.Van Gogh, natura morta con limoni , 1887 - A.Renoir, tre limoni - Monet, limoni su un ramo

Limoncello

da 500 ricette di marmellate, confetture, conserve e liquori casalinghi

di P. Balducchi

Il mio giovane albero di limone non è che sia poi questo granchè: diciamo che per adesso, nonostante le mie assidue cure, la copertura invernale amorevolmente messa e poi tolta e tutto il concime  versato e calibrato con attenzione, fa dei limonci piccoli, numerosi, ma piccoli. Così per il limoncello sono dovuta ricorrere ai limoni della tata Bruna, che ne ha di splendidi e profumati, succosissimi anche se non enormi.

Questo che vi propongo è il sunto dei succhi di questo meraviglioso frutto, l'orgoglio della nostra terra e di molta parte dell'intero Paese, a cui è dedicata l'ode di Neruda (Montale l'ho già citato qui) che vi ho riportato sopra e a cui fior di pittori (e ve ne offro solo un piccolo assaggio) hanno reso omaggio nelle loro opere.

Di limoni, limoncino e limoncello...

Ingredienti

7 limoni non trattati ( i miei non grandissimi erano 10)

1 litro di alcool a 95 ° 

1 litro di acqua

800 g di zucchero

 

PICT2069

Tagliate la parte gialla della buccia dei limoni, mettetela in un vaso con l'alcool, chiudetelo e lasciatelo riposare per 8 giorni agitando spesso il recipiente.

Trascorso questo tempo, fate bollire l'acqua; quando è tiepida, sciogliete lo zucchero e unte l sciroppo ottenuto alle bucce di limoni ed all'alcool.

Agitate molto bene, filtrate, imbottigliate, tappate e degustate dopo circa un mese, meglio se conservato lontano dalla luce.

Ottimo da bere freddissimo!!!.

 

Vi passo anche, in sovrammercato, le due vvariazioni a questa ricetta i base che l'autrice del libro illustra: si tratta del 

Limoncino

PICT2082

7 limoni non trattati

500 g dialcool da liquore

250 g di zucchero

500 di acqua

1 baccello di vaniglia

4 chiodi di garofano

1 stecca di cannella

 

Sbucciate i limoni e mettete le scorze in un vaso a chiusura ermetica, insieme a 150 g di alcool, la vaniglia, la cannella, i chiodi di garofano e lasciate in infusione per 15 gg.

Trascorso questo tempo, fate bollire l'acqua con lo zucchero per qualche minuto e lasciate raffreddare.

Filtrate l'infuso, poi unitevi lo sciroppo e il rimanente alcool. 

Mescolate, poi imbottigliete, tappate e, dopo circa un mese, potrete degustare

Delizioso!

Buona giornata a tutti.

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post