La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia

Quando ero bambino, mia madre mi diceva: “Se diventi soldato, sarai generale. Se diventi monaco, finirai papa”. Ho voluto essere pittore e sono diventato Picasso.

Pablo Picasso

La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia

Fino al 19 luglio, alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia, potremo ammirare la mostra "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" -

Non credo sia difficile immaginare la bellezza di ciò che è esposto: le opere, più di 60 tra olii, acquerelli e grafiche, sono rappresentative del lavoro di alcuni tra i più grandi artisti dei XIX e XX secolo tra cui penso sia sufficiente nominare Degas, De Vlaminc, Rossetti, Mancini, Corot, Van Gogh, Courbet, Gaugain, Bacon, Cezanne, Signac, Warhol, Alma tadema e Picasso. 

"Il percorso espositivo, diviso in sezioni cronologiche e tematiche, permetterà ai visitatori di percorrere un viaggio nella storia dell’arte dalla metà del XIX secolo fino al secondo Novecento, spaziando dall’Europa agli Stati Uniti fino al Sud Africa in un racconto che si sposta tra momenti storici, luoghi e linguaggi artistici diversi."

La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia
La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia

La mostra, oltre a presentare un’ottima selezione di opere di grandi Maestri, consentirà al pubblico di scoprire l’affascinante storia della Johannesburg Art Gallery. Principale protagonista della nascita e della formazione della collezione museale fu Lady Florence Phillips (di cui sopra potete ammirare un ritratto dipinto da Antonio Mancini, nel 1909. Ndr.), moglie del magnate dell’industria mineraria Sir Lionel Phillips. Donna dal grande fascino, a sua volta collezionista, convinta che la sua città dovesse avere un museo d’arte, persuase il marito e alcuni magnati dell’industria a investire nel progetto. Determinata a portare avanti la sua idea, Lady Phillips vende un diamante azzurro regalatole dal marito per acquistare i primi lavori. Hugh Lane, altra grande personalità della scena culturale anglosassone, la aiuta nell’impresa, suggerendole possibili acquisizioni. Sin dalla sua apertura il museo presenta una selezione di opere di straordinaria qualità e modernità, un nucleo arricchitosi poi negli anni grazie a nuove acquisizioni e donazioni

Le parti in corsivo sono tratte dal sito ufficiale della mostra, dove sono presenti anche le informazioni necessarie per la visita. 

Video della Mostra, presente sul sito ufficiale http://www.scuderiepavia.com/

Torta al burro Bretone con composta di fragole

da Martha Stewart, Cakes

 

Anche quest dolce l'ho preparato, la prima volta, lo scorso anno per lo Starbook.

Martha Stewart presenta così la sezione del suo libro in cui inserisce la Breton Butter Cake:

Dolci ad un solo strato:

Anche se questi dolci mantengono un basso profilo, il loro sapore, fascino e versatilità risaltano particolarmente. Qualunque cosa voi desideriate, la troverete qui: limone, cioccolato, cocco o mela; casalingo o elegante, croccante o "appiccicoso". Nessuno di questi dolci richiede un tempo di preparazione eccessivamente lungo o l'uso di ingredienti particolari, così, appena ve ne viene voglia, basta iniziare a cuocerli.

La torta Bretone di Martha Stewart e "da Degas A Picasso: i capolavori della Johannesburg Art Gallery" a Pavia

Un suggerimento della Stewart è quella di presentarla tiepida, da sola o con una composta di fragole.

Eccovi entrambe le ricette

Breton Butter Cake with Strawberry Compote
Torta per 8 / 10 persone
225 g di burro non salato, temperatura ambiente, oltre a un pochino per ungere
225 g di zucchero
1 cucchiaio di estratto di vaniglia puro
6 grandi tuorli
305 g di farina
1/4 di cucchiaino di sale
1 grande uovo intero, leggermente sbattuto
Composta di fragole
225 g fragole
2 cucchiai di Grand Marnier
1 cucchiaio di buccia di arancia
118 ml di succo di arancia

mix foto 

Preriscaldate il forno a 180 gradi (nel mio forno 170 °). Mettete il burro e zucchero in una ciotola di miscelatore elettrico e fatelo lavorare dalla pala a foglia, fino a che non diventa chiaro e spumoso. Aggiungete la vaniglia e tuorli, uno alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Aggiungete la farina e il sale; lavorate per ottenere un composto omogeneo, ma per pochi minuti.

Trasferite la pastella in una tortiera da 23 cm con fondo amovibile, con una piccola spatola, "spalmante" la pasta lisciando bene la superficie. Eventualmente se non dovesse venire perfetta, rimandate la rifinitura al secondo passaggio.

Mettete la teglia in frigo per 15 minuti.

Togliete dal frigorifero. perfezionate la superficie, se necessario. poi lucidatela con l'uovo sbattuto. Con i rebbi di una forchetta, disegnate lo schema di linee incrociate. Spennellate nuovamente con l'uovo. Cuocete per circa 50 minuti. La torta diventerà di un bel colore dorato scuro.

breton cake 

Nel frattempo preparate la composta.

Unite fragole, Grand Marnier e scorza in una piccola ciotola. Mescolate e lasciate riposare 30 minuti.

Portate ad ebollizione il succo in una piccola casseruola a fuoco medio, abbassate la fiamma e lasciate cuocere finché il liquido si riduce alla metà, circa 20 minuti. Togliete dal fuoco, lasciate raffreddare. Versate sopra le fragole e mescolate per unire il tutto.

Servite la torta tiepida con la composta di fragole.

Eccellente!!! Profumata e golosissima...

Buona giornata

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

lagaiaceliaca 04/26/2015 02:21

non me la ricordavo dallo starbooks, hai fatto benissimo a ripubblicarla perché è stupenda daniela! e mi viene voglia di sglutinarla subito. adesso che ci sono le fragole e sono piuttosto buone
grazie del suggerimento
anche quello della mostra è un bel suggerimento, se avessi l'opportunità ci andrei di sicuro!