Il Semifreddo al caffè di L. Montersino

Rolando Bravi, Gelati, 1932

Gelati, sorbetti, semifreddi, granite, parfait e ghiaccioli sono certamente alcune tra le parole più apprezzate durante l'estate, in particolare, ovviamente, durante le giornate come queslle che ci stanno facendo scogliere nell'ultima settimana: qualche volta non si ha proprio nessuna voglia nè di mangiare, nè tantomeno di cucinare. E allora perchè no un bel gelato non "dopo", ma "in vece" del pranzo o della cena?

Buono, energetico, fresco, goloso e dai mille sapori, ci regala il piacere di trasgredire alla solita dieta senza troppi sensi di colpa: fa caldo, che colpa ne abbiamo se ci vien voglia di rinfrescarci anche col cibo? e qualche volta un'insalatina non è proprio abbastanza piacevole... :-)

Perciò, a cuor leggero, vi propongo questa delizia di l. Montersino, che è solo, per così dire, un antipasto al più corposo peccato di gola che vi proporrò venerdì: ma già così è una gioia per il palato....

Semifreddo al caffè di L.Montersino

Il Semifreddo al caffè di L. Montersino

Il semifreddo, secondo la definizione che ho trovato qui (e che mi è sembrata la più chiara ed azzeccata tra le moltissime che ho visto), "è un prodotto tipicamente italiano, precursore del gelato. Si tratta di  un composto cremoso, il cui agente stabilizzante è il freddo. Si tratta una massa soffice, morbida e vellutata, che, come spiega chiaramente il termine, è meno fredda del gelato, grazie alla presenza degli ingredienti che lo compognono. Il semifreddo, infatti, è più ricco di sostanze grasse, zuccherine e aromatiche (circa 10-15% in più del gelato) e contiene meno acqua nella massa, di conseguenza meno ghiaccio. Esistono diverse tecniche di produzione: in questa prima parte tratteremo il semifreddo con meringa all’italiana e quello alla francese con pâte à bombe, che prende il nome di parfait."

Comunque sia, quale che sia la sua esatta essenza, è veramente delizioso.

Ho ridotto, solo per esigenze di spesa distratta (non avrei avuto abbastanza panna fresca per la dose piena :-( ), la ricetta originale. Fresco e delicato è piaciuto moltissimo.

Ingredienti:

60 g di caffè espresso

20 di caffè solubile

150 di crema pasticcera

290 di meringa italiana

480 di panna montata

PICT3711 

Cominciamo dalla meringa italiana:

Ingrediente fondamentale per la meringa è l’albume, che deve essere assolutamente pulito. Se durante la separazione si è contaminato con tracce di tuorlo non ingloberà abbastanza aria, quindi va sostituito.

In una pentola fate sciogliere 200 g di zucchero nell'acqua.

Cuocete a fiamma alta fino a raggiungere la temperatura di circa 120°C.

Nel frattempo fate schiumare lentamente gli albumi con 50 g di zucchero.

Versate lo sciroppo così ottenuto a filo nella planetaria, senza fermarla, e fate montare il composto fino a raffreddamento.

Mettete da parte e dedicatevi alla crema pasticcera:

(Per realizzarla vi passo la ricetta di Montersino, ma potete anche seguire la vostra abituale. Considerate ce dovete ottenere una crema pasticcera piuttosto soda: ve ne serviranno 150 g.)

Montate i tuorli con lo zucchero, aggiungete la bacca di vaniglia e infine l'amido di mais.

Nel frattempo mettete a bollire, preferibilmente in un pentolino antiaderente, il latte con la panna.

Raggiunto il bollore, unite al latte la montata di uova.

Fate cuocere per 1 minuto circa, mescolando con una frusta.

Fate raffreddare velocemente la crema in un bagnomaria di acqua e ghiaccio, oppure in freezer, dopo averla ricoperta con una pellicola.

A questo punto siete pronti per il semifreddo al caffè.

Sciogliete il caffè solubile nel caffè espresso bollente, lasciate raffreddare, unite la crema pasticcera, la meringa italiana e infine alleggerite il tutto con la panna montata, mescolando molto delicatanente pre non smontare il tutto, che deve risultare morbido e spumoso.

Lasciatelo riposare per qualche ora in frigo prima di servirlo.

Io l'ho accompagnato con scagliette di cioccolato fondente e granella di nocciola.

Potete anche versarlo in un contenitore adatto e riporlo in freezer fino al momento di servirlo.

Questo semifreddo è la base per la ricetta super-iper golosa che vi attende qui venerdì e di cui vi do una piccola anticipazione!!!!

PICT3646 

Buona giornata a tutti

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post