Di un ragazzo D'ORO! e di gnocchetti verdi deliziosi in zuppa...

Di un ragazzo D'ORO! e di gnocchetti verdi deliziosi in zuppa...

Amo lo sport, amavo molto praticarlo e ho sempre adorato vederlo praticare da chi ha talento e capacità.

Non so resistere allo spettacolo di un'Olimpiade, o di un campionato del mondo, o di un Europeo, o dei meeting che si tengono durante l'anno nelle varie discipline. La mia è una passione onnivora, che si nutre di imprese spettacolari, di fatica, di sforzi e di successi cercati e conquistati con tenacia e volontà indomabile...

Ho sempre desiderato, fin da piccola, da quando ho capito che non avrei fatto mai parte di una squadra nazionale, conoscere qualcuno che avesse le capacità e i mezzi per potersi imporre... per vincere una medaglia mondiale od olimpica. 

E voilà, ecco che finalmente mi è capitata l'opportunità, tramite la mia bimba n.2, di incontrare un'atleta che è stato così incredibilmente bravo da vincere proprio un oro mondiale: è un giovane genovese, che quest'estate è riuscito a conquistare la medaglia più preziosa nei 400 stile libero ai mondiali paralimpici di Glasgow 2015!

Un ragazzo d'oro il "nostro" Francesco Bocciardo, un ragazzo da ammirare e da celebrare: anche se sono passati due mesi, mi viene ancora spontaneo un enorme GRANDE BOB!!! come ha urlato Ginevra appena saputa la notizia! 

bob d'oro 2

 "Dal Mar Ligure al cloro di Glasgow. Francesco Bocciardo questo pomeriggio ha portato il nome di Genova sul gradino più alto del podio ai Mondiali di nuoto paralimpico, in corso in Scozia. Il giovane genovese, allenato alle Piscine di Albaro da Filippo Tassara dei Nuotatori Genovesi, è diventato campione del mondo con la vittoria nei 400 stile libero (categoria S6), la specialità che predilige, con il tempo di 5’06”49. (Testo di Matteo Macor)"

 

bob 

 

 

Zuppa di gnocchetti verdi alla valtellinese ("de menedei vert")

Ricetta dello chef Aldo Rocca

Di un ragazzo D'ORO! e di gnocchetti verdi deliziosi in zuppa...

ingredienti per 4 persone:

1 l di latte 

2 uova

180 g di farina bianca

100 g di erbe di campo (buon enrico, ortica, silene, tarassaco o spinaci)

50 g di formaggio Casera (o fontina)

4 fiocchetti di burro

sale qb

erbe collage 

Frullate le erbe, con le uova che dovrebbero essere preferibilmente tenere, ancora senza fiore preferibilmente, con le uova intere. Aggiungete la farina e un pizzico di sale e mescolate energicamente con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto piuttosto denso, tipo un pesto piuttosto "sodo", come lo ha definito lo chef, o che deve scendere dal cucchiaio un po' più denso che a nastro (regolatevi con l'aggiunta di un po' d'acqua, nel caso sia troppo duro o un pizzico di farina se troppo morbido), tipo spätzle

Portate ad ebollizione il latte, salate a piacere e, con l'aiuto di un cucchiaio o, meglio ancora, dell'attrezzo per preparare gli spätzle, fate cadere dei piccoli gnocchetti nel latte.

Mescolate delicatamente e far bollire per pochissimi minuti: in pratica, quando vengono a galla, sono pronti.

Versate nei piatti e servite guarnendo con lamelle di casera (o di fontina) e un fiocchetto di burro.

Se doveste preferirla, potreste preparare questa zuppetta anche con un brodo vegetale o di carne leggero.

Deliziosa e profumata.

Buona giornata

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Mila 09/24/2015 09:39

Bello vedere di non essere l'unica appassionata di sport (calcio escluso), forse perchè coinvolta in prima persona dal mio piccolo (si fa per dire visto che ha 15 anni!!!) nipote campioncino di nuoto. Mi piacerebbe che anche in tv ne parlassero di più soprattutto di questi giovani che comunque senza tanti sponsor alle spalle si fanno due belle spalle (forse ci stava meglio "si fanno un bel mazzo") per arrivare dove sono arrivati (nessuno ha detto che il nostro giocane Izzo 17 anni è arrivato 3 ai mondiali dietro ad un americano ed un cinese!!!)....no si parla solo di calcio...
Meglio gustarsi la tua minestra...

Daniela 10/03/2015 15:03

Si, ma anche continuare ad apprezzarli, sostenerli e ammirarli per l'abnegazione, la passione e il talento! Sono ragazzi meravigliosi e complimenti anche ai tuoi sportivi :-)!!