Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.

Non esiste che la figura, il paesaggio è nulla, non dovrebbe che essere un accessorio. Il paesaggio dovrebbe essere usato solo per rendere più intelliggibile il carattere della figura.
H.Toulouse-Lautrec

Douglas Cooper, Toulouse-Lautrec

Museo dell’Ara Pacis, Nuovo spazio espositivo Ara Pacis
Dal 4 dicembre 2015 all’ 8 maggio 2016

 

La mostra, consentirà di portare a Roma il fiore della raccolta di opere di Toulouse-Lautrec conservata al Museo di Belle Arti di Budapest (Szépmű vészeti Múzeum), uno dei più importanti in Europa, con capolavori che vanno dal Medioevo al Novecento.

In occasione dell’esposizione romana, curata da Zsuzsa Gonda e Kata Bodor, circa 170 litografie della collezione (tra cui otto affiches di grande formato e due cover degli album della cantante, attrice e scrittrice francese Yvette Guilbert con circa 10 litografie) lasceranno Budapest per essere esposte al Museo dell’Ara Pacis dal 4 dicembre 2015 all’8 maggio 2016.

Attraverso questa esposizione sarà possibile conoscere a tutto tondo l’opera grafica di Toulouse-Lautrec: manifesti, illustrazioni, copertine di spartiti e locandine, alcune delle quali sono autentiche rarità perché stampate in tirature limitate, firmate e numerate e corredate dalla dedica dell’artista

Nel sito ufficiale del museo dell'Ara Pacis, troverete anche tutte le informazioni necessarie per raggiungere la sede espositiva e per orari e biglietti.

Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.
Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.

Un dolce semplice ma perfetto per il freddo, accompagnato dalla tazza di tè o da un caffè nero, per ritagliarsi un momento di competo relax...

 

 

Treccia dolce (con uvetta, pinoli e nocciole)

Ho trovato questa ricetta mentre, come spesso mi accade ultimamente, girovagavo per il web alla ricerc di una ricetta dolce da preparare utilizzando gli esuberi di pasta madre.... 

L'ho trovata davvero deliziosa e devo dire molto semplice da preparare, ma equilibrata e perfettamente soffice e golosa, semplice anche da arricchire seguendo il proprio gusto.

Ecco cosa ne è venuto fuori. 

Grazie mille dell'idea Sophia!

Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis e una deliziosa e profumata treccia dolce con lievito madre.

Ingredienti:

400 gr di farina manitoba
100 gr di farina di farro (o integrale)
200 gr di lievito madre
2 tuorli d’uovo bio
120 gr di zucchero di canna
40 gr di burro
60 gr di olio di semi di mais
200 gr di latte intero
1 cucchiaino di sale

Uvetta, pinoli, nocciole, cannella e zucchero di canna a piacere per il ripieno (facoltativo)

treccia dolce 

Procedimento:
Impastare la farina con il lievito madre (rinfrescato la sera precedente). Unire i due tuorli, lo zucchero di canna ed il latte leggermente tiepido.
Impastare bene ed aggiungere per ultimo olio e burro a pezzetti, infine il sale.
Far lievitare in una ciotola coperta per circa 12 ore in un luogo al riparo da correnti d'aria (perfetto anche il forno spento e chiuso)
Trascorso il tempo dividere l’impasto in 3 parti uguali.

Prendete la prima e lavoratela appena, allargandola e disponendo all'interno, se vi fa piacere uno degli ingredienti scelti per il ripieno che, ripeto, sono facoltativi. Chiudetela a formare un salsicciotto e tiratela lavorandola bene: otterreteun filoncino lungo circa 50 cm.
Fate lo stesso con le altre due parti e quindi formate la treccia posizionandola su una teglia ricoperta da carta forno. Ho ottenuto una treccia lunga 40 cm.

Personalmente ho riempito i tre filoncini uno con zucchero di canna e cannella, uno con  l'uvetta anmmorbidita nel cognac e acqua per circa mezz'ora, e uno con pinoli e nocciole spezzettate grossolanamente.

Far lievitare altre 3 ore in luogo tiepido e poi spennellatela con una chiara d'uovo leggermente sbattuta e magari, come me, con un po' di granella di zuccherino 

Infornare per 30 minuti circa a 200 °C . Se vi si dovesse colorire troppo la superficie, potrete coprirla per gli ultimi 10 minut con un foglio di carta forno o di alluminio.

Estraetela dal forno e fatela raffreddare prima di servirla. La crosticina che si forma in superficie è sottile, fragrante e dorata, mentre l'interno rimane morbidissmo e profumato.

Vi lascio immaginare l'aroma e il sapore...

Buona giornata

Daniela

Condividi post

Repost 1
Commenta il post