Di crostini eccellenti e di lenticchie di Castelluccio

Di Daniela

lenticchie di castelluccio 

Le eccellenze italiane sono moltissime, in altrettanti campi : siamo conosciuti nel mondo anche per ciò che di meraviglioso sappiamo produrre e non solo, grazie a Dio, per gli aspetti negativi, che vengono così sovente messi in risalto a livello internazionale.

Una buona parte dielle eccellenze appartengono ai prodotti che la nostra terra incredibile sa regalarci, quando è curata con tecniche, capacità e dedizione che la esaltino.

Tra questi prodotti, un posto di rilievo occupano le lenticchie di Castelluccio di Norcia (IGP), che sono contraddistinte da carateristiche ben precise: una buccia molto sottile, bei colori e un sapore particolare e deciso, davvero unico, il tutto racchiuso in piccoli  dischetti appiattiti ! In aggiunta a questo, hanno alti valori nutritivi ed oranolettici e sono coltivate senza l'uso di sostanze chimiche nocive, perchè le piantine sono quasi completamente  immuni dall'attacco dei parassiti.

Sulle lenticchie sono state scritte e dette moltissime cose: la loro storia si conosce fin dall'antico Egitto e in ogni civiltà mediterranea che hanno attraversato,  sono state loro attribuite magiche virtù o orribili poteri: di volta in volta sono state cibo legato al lutto (per la popolazione ebraica, da quando Esaù cedette i suoi diritti di primogenitura al fratello per un piatto di lenticchie; per lo stesso motivo da noi si usa dire "vendersi per un piatto di lenticchie" cioè, svendersi), sono state cibo adatto ai poveri o giudicato ottimo solo per i cavalli o, all'opposto, dispensatrici di ricchezza e di fortuna.

Le lenticchie sono da sempre un cibo così comune sulle tavole, che tante sono le favole in cui questo piccolo legume fa la sua comparsa, anche per via della somiglianza con le efelidi, che spesso, nelle fiabe e non, sono proprio chiamate lenticchie; è famosa lin questo senso "la principessa delle Lenticchie" del grandissimo Sergio Tofano, maspesso ii piccoli legumi sono anche utilizzati come mezzo per creare problemi, per esempio in Cenerentola, dove la matrigna rovescia un piatto di lenticchie nella cenere, per impedire alla poveretta di andare al ballo o sono presenti nella favola di Cola Pesce (della tradizione palermitana), come segno di luttoo in quella della scimmia e la lenticchia, siriana, per spiegare la stupidità e l'ingordigia e perfino Esopo adopera una lenticchia per prendere in giro il suo padrone, il filosofo Xanto.... 

Ma provate ad assaggiarle: nulla stimola di più la fantasia che mangiarne un bel piatto e goderne l'eccellente sapore....

CROSTINI CON LENTICCHIE DI CASTELLUCCIO

lenticchie 

Vi indico le dosi per preparare 250 gr di lenticchie, che possono essere un eccellente contorno per 6 persone: io le ho servite alle mie figlie con  wiener würstchen ai ferri e a mio marito con uova in camicia, accompagnando entrambe le variazioni con i pomodorini saltati. Con una parte delle lenticchie poi, ho preparato, come antipasto, i meravigliosi crostini che vedete in foto, rielaborando un suggerimento dello stesso produttore dei piccoli dischetti saporiti. 

Ingredienti 

250 gr di lenticchie

1 litro d'acqua

1 gambo di sedano

1 spicchio d'aglio

sale aromatizzato alle erbe

pepe

olio extravergine

10 pomodori datterini

lenticchie collage 

Mettete le lenticchie in un tegame di coccio, dopo averle sciacquate. Copritele con l'acqua aggiungendo il sedano e lo spicchio d'aglio. Lasciate cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti. Trascorso questo tempo, aggiungete il sale, una spolverata di pepe e un giro di olio extravergine di oliva. Lasciate cuocere per altri 10 minuti. Spegnete poi il fuoco e fate riposare il tutto eliminando sedano e aglio: le lenticchie assorbiranno tutti i liquidi, rimanendo perfettamente morbide e sgranate.

Mentre le lenticchie cuociono, tagliate a pezzetti i datterini, mettete sul fuoco una padella con un giro di olio evo e quando sarà ben calda, rovesciate dentro i pomodori, facendoli cuocere per 5 o 6 minuti, finchè non appassiscono appena e creano un bel sughetto.  Per salarli io ho utilizzato il mio amato sale aromatizzato con le erbe del giardino. Regala un bel profumo ed un sapore gradevole.

crostini lenticchie

Mentre le lenticchie riposano, fate colorire sotto il grill del forno, alcuni crostini di pane (meglio sarebbe il pane casareccio, ma nel mio caso mi sono accontentata di pancarrè).  Quando sono ben dorati e croccanti, passate sopra la loro superficie uno spicchio d'aglio, se piace, ed un filo d'olio extravergine.

Posizionateli appena pronti su un piatto di portata e mettete sopra ognuno qualche cucchiaiata di lenticchie, e sopra , a guarnizione, qualche pezzetto di pomodorino con un po' del loro sughetto.

Servite immediatamente.

Un delirio di profumi e sapori

Buona giornata

Dani

 

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Mari 05/25/2013 19:09

Ecco, per le lenticchie io potrei fare pazzie e quelle di Castelluccio sono tra quelle che preferisco. Si prestano ad essere cucinate in splendide zuppe che riscaldano nel periodo invernale o a fresche insalate saporite nei mesi più caldi. Questo modo di proporle è un'idea fresca, semplice ma diversa dal solito.
Un bacione!

Menu Turistico 05/25/2013 19:16

Grazie Mari : hai detto tutto tu e mi hai fatto un grandissimo piacere!!! Un bacione anche a te e buona serata

Roberta 05/24/2013 20:21

Anch'io opto per i worsten ( in Olandese ) come accompagnamento a queste lenticchie gustosissime!

Menu Turistico 05/24/2013 21:08

....perchè sei una donna di gran gusto!!!!! Anche a me il mix piace da pazzi!

Eve 05/24/2013 13:10

brave ragazze, viva le eccellenze nazionali!

Menu Turistico 05/24/2013 18:23

Grazie Eve, sono davvero eccellenze :-)

Dida 05/24/2013 08:50

Due anni fa sono stata a Castelluccio e ho avuto modo di vedere come fanno seccare e come conservano le lenticchie. Ne abbiamo anche acquistate una buona quantità, sia da consumare sia da regalare, e le abbiamo mangiate per tutto l'inverno. Sono veramente speciali, cuociono molto velocemente e non si spappolano. Il tuo crostino mi pare ottimo, proverò a farlo quandi ci saranno di nuovo le lenticchie.

Menu Turistico 05/24/2013 10:23

E' vero sono eccellenti: le mie me le ha regalate 15 giorni fa Ale tornata dal suo giro in zona e le ho trovate strepitose anche per questa stagione, visto che cuociono così velocemente !
Dani