Bucatini al guanciale e pecorino di Norcia e diciamo basta...

pasta alla gricia

e mi trattengo dall'aggiungere qualcosa di terribbbbile, come "con questa pasta", per cui consideratevi graziati già dalla prima riga del post, che di solito così bene non vi va.

Anyway, ho finito le ricette che avevo in dispensa: quindi, mi metto ufficialmente in pausa. "ferie" è una parola grossa-  mancano pochi giorni all'inizio ufficiale, un po' meno di due settimane alla partenza- ma avendo esaurito le scorte, non ho più alibi. Son mesi che praticamente non cucino nulla che non sia catalogabile alla voce "stretta sopravvivenza" e il meglio che riesco a fare, con questo caldo, sono le variazioni di prosciutto e melone: a fette, a palline, a cubetti, per quanto riguarda il primo, a roselline, arrotolato sul grissino, sbattutto alla come viene direttamente sul piatto, per quanto riguarda il secondo- e va bene così, credetemi .

Ragion per cui, scatta la pausa ufficiale, almeno da parte mia, almeno per quanto riguarda la cucina. Poi, ci sta che mi venga voglia di due consigli di lettura, di un mini diario di viaggio, di una di quelle cose extra che, da sempre, allietano :-) questo blog, ma per ora oltre questo piatto di pasta non vado. E visto che l'ho replicata un sacco di volte, dalla prima volta in cui l'ho preparata, vi garantisco che si tratta del migliore degli arrivederci...

 

BUCATINI AL GUANCIALE E PECORINO DI NORCIA

 

pasta alla gricia

Non so se è una gricia, anche se gli ingredienti base son quelli: di sicuro, questa versione ha tantissimo formaggio, tant'è che potrei anche aver partorito un incrocio fra la cacio e pepe e la gricia di cui sora, roba da far impallidire il royal baby, per dire. In ogni caso, ero appena stata a Norcia, tornando a casa con questo bottino: ed è evidente che non potessi tollerare di tenerlo nel frigo sine die...

 

bucatini

guanciale

tanto pecorino, grattugiato al momento

tanto pepe, macinato al momento

sale grosso per la pasta

 

Mentre cuociono i bucatini, fate sciogliere il guanciale in padella, a fuoco lento: tagliatelo a fettine e poi a striscioline sottili e fatelo sudare, a fiamma bassa, in modo che rilasci tutto il grasso.

Grattugiate tanto formaggio, direttamente nel piatto di portata, meglio ancora se una zuppiera e condite con una bella macinata di pepe.

Scolate i bucatini, versateli subito nella zuppiera e mescolate velocemente, per un minuto o due, fino a quando il formaggio si sarà ammorbidito e quasi sciolto. Aggiungete il guanciale, scolato bene dal proprio grasso e portate subito in tavola, col macinapepe di scorta, per i palati più tosti.

Assolutamente favolosa

Buone vacanze

Ale

Bucatini al guanciale e pecorino di Norcia e diciamo basta...

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

ristorante parma 07/30/2013 12:54

questa ricetta mi sembra deliziosa

Valentina 07/26/2013 18:10

Marò, me la sogno una pasta così qui :)
Buone ferie, Ale, e se passi di qui fammi un fischio!

irene 07/26/2013 17:11

buone vacanze allora e riposati almeno dalle cucine perchè da quel poco che ho capito di te, il riposo non ti si confà granchè.

Anna Lisa 07/26/2013 15:33

E allora buona pausa dalla cucina...e continuiamo a parlare di libri :)

Martina 07/26/2013 14:48

buonissimiiiii

Mapi 07/26/2013 11:49

Vacanze meritatissime e piatto da urlo: un sapiente accostamento di sapori che ha il suo perché.
Un abbraccione e mi raccomando, riposati e ricreati!!!

Rosy 07/26/2013 08:09

Mi hai veramente rincuorato. Pensavo di essere l'unica nella blogsfera a non riuscire più a cucinare. Appena posso ti scrivo :)

Mapi 07/26/2013 11:49

Tranquilla, non ci riesco neppure io... ;-)

alessandra 07/26/2013 08:20

e ti devo scrivere anch'io ;-)