Gelato di crema all'americana

Di Daniela

 Sabato e domenica di motori in Alta Valtellina: il raduno dei motociclisti con centinaia e centinaia di moto di ogni casa, genere, specie, tipo e attitudine che potete immaginare, ha fatto la felicità di una mia figlia, mentre l'altra, come me, è andata in visibilio per la Cuervo y Sobrinos Cup, una gara di regolarità che coinvolge macchine d'epoca di una bellezza incredibile!! Queste vetture "scorrazzano" per i grandi passi della zona, dal Bernina allo Stelvio, affrontando salite mitiche ed incredibili discese..

Immagine da qui

La macchina più moderna era datata 1969... Non potete immaginare l'eleganza e la classe di vetture costruite in tempi lontani, con rifiniture elegantissime e linee da capogiro. Anche se le automobili in se e per se non mi interessano, queste possono essere considerate solo oggetti d'arte, belli da vedere, affascinanti da guardare in azione...

Abbiamo fotografato, girato in mezzo a tutti questi piccoli e grandi capolavori di design e di tecnica, abbiamo ammirato il coraggio di affrontare con una temperatura piuttosto bassa e pioggia e neve un percorso complesso...Una giornata un po' diversa da solito: la bellezza e il coraggio hanno molto fascino....

Gelato di crema all'americana.

Gelato di crema all'americana

Vi avevo preannunciato settimana scorsa che vi avrei proposto anche l'altro gelato preparato qualche giorno fa.

Si tratta di quello che il mio libro, Gelati, sorbetti ed altri peccati di gola, di L. Castellucci, chiama appunto gelato di crema all'americana.

Ingredienti

250 ml di latte

250 ml di panna

150 gr di zucchero (100 vanno benissimo per me)

la metà dei baccelli contenuti in un baccello di vaniglia

qualche granello di sale

panna 2 

Il procedimento è rapidissimo, perchè non si pone il problema delle uova e consiste nel mettere panna, latte e vaniglia in una casseruola fino a che il composto non sfiori la bollitura. Mettete anche lo zucchero e fatelo sciogliere e poi mettete il tutto in frigorifero a raffreddare, mescolando ogni tanto. Passate ora la crema attraverso un colino e mettetela nella gelatiera , seguendo le istruzioni.

Più facile di così si muore :-))) 

A noi è servito da buona consolazione, accompagnato da una squisita confettura ai frutti di bosco della Ferber, per la piccoletta, che ieri non ha passato una giornata grandiosa e per tirare su il morale anche a me e a Ginevra.

Buona giornata a tutti

Dani

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

TataNora 07/02/2013 13:18

Ecco che ancora mi fai venir voglia di gelato! Una ricetta simile ce l'avevo anchio ma montavo la panna e aggiungevo al latte già in gelatiera....non era male ma mi sa che la tua è meglio!
Appena torna Arc festeggeremo con il TUO gelato.
Buona giornata e buona vacanza.
Nora

Menu Turistico 07/02/2013 21:06

grazie Nora! sono troooooppo felice di partecipare con un gelato ad un festeggiamento! Un abbraccione e buona serata a te!!