Lo Starbooks di novembre: gli Oat Cookies di Scandinavian Xmas

Di Daniela
 

STARBOOKS NOVEMBRE
 

Secondo appuntamento con lo starbook del mese, Scandinavian Christmas, il libro che ci trasporta direttamente nelle incantevoli atmosfere nordiche del Natale scandinavo.
 
Devo dire che le ricette le ho trovate gradevoli e ben presentate, ma anche molto tradizionali : due cose però ho apprezzato davvero moltissimo. Innanzitutto le foto, che costellano tutte le pagine di questa pubblicazione: ben strutturate, evocative ed eleganti.
Le atmosfere sono rese benissimo, i toni un po' scuri, illuminati da piccoli tocchi di luminosità, danno un'immagine precisa ed affascinante delle Terre del Freddo che ci raccontano. Illustrano le ricette e non solo, inserendole in un contesto che trasmette sapore di casa, di piacevole calore, di intimità. Davvero ben pensate e decisamente ben inserite nel libro.
Altro motivo di interesse, affascinante ai miei occhi, sono le righe di introduzione ad ogni ricetta: alcune contengono piccoli accenni a momenti familiari, altre richiami alla vita in quelle terre, altre ancora, le mie preferite lo confesso, alla storia di un piatto. Decisamente piacevoli ed interessanti, ben scritte sintetiche ma esaurienti. 
Insomma, nella visione di insieme, il libro mi ha interessato moltissimo, e mi ha tentato con diverse ricette. Oggi ne ho scelto una semplice, che è piaciuta moltissimo in casa, che si mantiene perfettamente croccante e saporito, se conservato in scatole di latta, fino a tre settimane... almeno così ci assicura Trine, perché, per quanto ne abbia fatti molti e li abbia concessi con il contagocce solo per il tè pomeridiano, da me non sono durati più di 10 giorni....
Ma prima di iniziare  le  proposte della settimana del nostro fantastico gruppo che oggi presenta:

 

 
Andante con Gusto: Vanilla cookies
Araba Felice: Pulla Bread 
Arricciaspiccia: Gingerbread town
La Apple Pie di Mary Pie: Crisp cinnamon cookies
Le Chat Egoiste: Rape con panna e pancetta
 
e su menuturistico, gli Oat cookies

 

Oat Cookies (biscotti d'avena)
 

 

oat cookies 2

 
Piccola premessa della nostra autrice: "Questa è la mia ricetta di biscotti più nuova e così semplice da preparare. Mio figlio li adora e così da ora in poi faranno parte della nostra tradizione Natalizia. Segale o fiocchi di farro possono senz'altro sostituire i fiocchi d'avena."
 
Per circa 35 biscotti
50 gr burro salato ( va bene anche quello naturale)
125 gr di fiocchi di avena grandi
250 gr zucchero semolato
2 uova, sbattute
2 cucchiai di farina 00, setacciata
2 cucchiaino di lievito per dolci
2 cucchiaini di buccia di arancia biologica tritata
un pizzico di sale
 
oat
 
Il procedimento è semplicissimo e di sicuro effetto . Preriscaldate il forno a  180°C.  Fondete il burro e mescolatelo con i fiocchi d'avena in una ciotola. Aggiungete lo zucchero e le uova. In un'altra ciotola mescolate la farina, il sale, la buccia d'arancia e il lievito: poi unitelo al composto di uova e fiocchi d'avena.
Usate due cucchiaini per far "gocciolare" dei piccoli mucchietti di preparato su un vassoio da forno ben unto o ricoperto con della carta forno, lasciando un bel po' di spazio tra uno e l'altro: dovrete fare più infornate.
Cuoceteli in forno per circa 10 minuti , poi lasciateli raffreddare un po' prima di trasferirli su una griglia. Fateli raffreddare completamente e poi metteteli in una scatola di latta ben chiusa dove potrete conservarli per un massimo di 3 settimane.
 
DSCF6312
 
Due o tre piccoli suggerimenti-chiarimenti.
La cottura: il forno deve essere ben caldo prima di infornare i biscotti e teneteli dentro per 10 minuti. Devono essere ben dorati e leggermente più scuri sul bordo, ben croccanti. 
Quando la ricetta dice ben distanziati, vuol proprio dire BEN distanziati : i biscotti si "spantegano" (in italiano si allargano :-)) ben bene durante la cottura, aumentando a dismisura le loro dimensioni.
Quando li toglierete dal forno saranno molto morbidi. prima di spostarli aspettate che si siano raffreddati un po' e toccateli con delicatezza. 
Io, mentre preparavo la prima infornata, ho pensato che usare due cucchiaini fosse un po' poco per creare mucchietti di impasto. Ho usato così due cucchiai e li  ho riempiti a metà: i biscotti sono diventati bellissimi ma piuttosto grandi: le mie figlie ne erano estasiate ... questa volta basta un solo "biscottino" per saziarsi!!!!
Buona giornata
Dani
 

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

La Gaia Celiaca 12/03/2012 19:21

mi ricordano dei dolcetti che facevo con il muesli una volta. se ricordo il sapore, erano proprio buoni.
a leggere questa trine mi sembra molto luci e ombre...

Daniela 11/23/2012 09:01

Bacio ricambiato e ... via ai festeggiamenti, visto che il Natale ora è davvero alle porte!! :-)

ema.arricciaspiccia 11/22/2012 21:22

Mi sembrano davvero buonissimi Dani!!! Croccantosi e di quelli che "uno tira l'altro" :)! E sl libro hai ragione...lo ho preso in mano ad Ottobre per la prima volta e già respiravo aria di Natale :)! Un bacio grande

Daniela 11/22/2012 21:04

Anche la mia Roby :-))) La vogllia atavica di Natale domina :-)))

Daniela 11/22/2012 21:01

Anto, ciao... Leggeri lo sono nel senso che allargandosi così diventano davvero sottili e croccanti ... e la scorza di arancia lascia un sapore delizioso!
Baci anche a te!

laroby 11/22/2012 19:13

devono essere buonissimi! hai perfettamente ragione sulle immagini evocative di questo libro che oltre ad avermi fatto consoere ricette nuove, ha aumentato ancor di più la mia atavica voglia di natale . segnati pure questi da regalare alle amiche :-) brava dani! un abbraccio

Anonymous 11/22/2012 16:28

tumitenti....mi devo procurare gl'ingredienti e missacchè nel weekend ci provo, ohibò sembrano proprio buonini e anche leggeri(????)e la scorza d'arancia mi piace assai.
grazie per l'idea! besoux! an_top

Daniela 11/21/2012 19:54

Volevo provarli anche io da un po': l'occasione è stata ideale! :-))

Daniela 11/21/2012 19:52

In effetti forse avrei dovuto farli un po' più piccoli, come dicevo nel post, ma così grandi sono una goduria, in effetti :-))
Mi raccomando, uccidi il virus e vieni: ti aspettiamo!
Buona serata :-))

Daniela 11/21/2012 19:50

:-))))))))))))))))) Grazie Giorgia !!

Daniela 11/21/2012 19:49

La semplicità di esecuzione li raccomandano :-)))! Grazie Eli. A presto

Ines 11/21/2012 16:42

Particolari, non li conoscevo proprio!:)

Valentina 11/21/2012 15:16

I biscotti che si spantegano mi irretiscono sempre: sarà che amo vedere le cose prendere forma?
Il gusto dei fiocchi d'avena mi piace: li mangio a colazione, perciò il pacchettò è pronto ad immolarsi per la causa :)
Grazie Daniela per la spiegazione dettagliata!

p.s. arriverò per l'MTC e per la rubrica, ma tra qualche giorno: ora sono stata colpita da un virus malefico!

Giorgia 11/21/2012 15:05

Booooooooniiiiiiiii!!!! :)

Il Gamberetto 11/21/2012 15:01

Anche questi, come il pane dell'Araba, sono veramente carini come idea per dei regalini natalizi... rubati! ;)

Devo solo trovare i fiocchi d'avena e cimentarmi...

A presto
Eli

Daniela 11/21/2012 14:15

i quasi 10 cm di diametro della prima infornata hanno fatto conquiste in effetti!!! Un super bacione anche a te!

Daniela 11/21/2012 14:14

non puoi assolutamente astenerti :-))))!!!!! Qui sono piaciuti parecchio :-)
Un abbraccione

Daniela 11/21/2012 14:13

Si, come il pane che presenti tu... ci penso da quando ho visto l'anteprima :-)))
Ricette che ispirano, vero? Un bacino Stefi e buona giornata !

Daniela 11/21/2012 14:11

considera Mari che la dimensione originale è più contenuta :-)! Per ciò che riguarda il sapore è molto gradevole, un po' "rustico" come il loro aspetto m molto naturale : certo la presenza di burro e buccia di arancia aggiungono un punto di sapore dolce e elegante... Insomma un mix che devi proprio provare ragazza!!! :-)))))

Daniela 11/21/2012 14:08

si, è vero i ritratti sono la mia grande passione perchè apprezzo il modo con cui sanno "parlare" delle persone che rappresentano più di mille discorsi.
Anch'io ero curiosa di provarli e ora, ti dirò mi hanno molto soddisfatta... molto ricchi , ma anche saporiti croccanti e profumati; in altre parole, una goduria. Scusate la mia lentezza nei commenti e nelle risposte ma oggi giornata frenetica a scuola tutta la matttina oggi pomeriggio concerto di ginevra e poi gaia da accompagnare al campo sportivo(sembro la pubblicità della fiesta :-)).... ma arrivo oh si che arrivo :-))
Un abbraccio

Daniela 11/21/2012 14:00

si Fede, nella versione che ho, in inglese, i pesi sono espressi in grammi , integrati da qualche cucchiaio o cucchiaino. Facilitano il compito a volte, vero :-)? Buona giornata

Ale only kitchen 11/21/2012 13:44

Dani, capisco le tue figlie... questi "biscottini" croccanti, mettono allegria e voglia di addentarli!
Un bacio

Loredana 11/21/2012 12:58

Mi sto rifacendo gli occhi con tutte queste ricette, questo libro mi sta affascinando come non mai.
L'avena ce l'ho...procedo???

Stefania Orlando 11/21/2012 09:35

Hanno un aspetto delizioso, il sapore non sarà da meno.
Grazie per le istruzioni dettagliate, ed anche questi vanno rifatti...;-)

mari ►☼◄ lasagnapazza 11/21/2012 09:35

Non riesco proprio ad immaginarlmenlo il sapore di questi biscottini (sarà che non ho mai utilizzato i fiocchi d'avena), però mi piace molto il loro aspetto rustico da biscotti che sanno di casa e che ben si adatta all'atmosfera natalizia.

Patty 11/21/2012 09:28

Sono d'accordo con te, le foto sono splendide e fortemente evocative. Mi piacciono tantissimo quelle in cui si vedono le persone, la vita vera. Il libro acquista un senso di movimento, di respiro, non è più un elemento statico ma racconta una storia. Gli Oat cookies mi avevano già incuriosito con la Martha nel precedente libro e qui li ho apprezzati ancora di più. Assomigliano a dei croccanti di frutta secca e decisamente ho voglia di provarli. Ti abbraccio cara Daniela, Pat

La Fede 11/21/2012 09:18

Le ricette di questo libro in questo periodo dell'anno sono davvero davvero invitanti!
Avrei solo una domanda...nel libro vengono usati i grammi come unità di misura? Non cups e compagnia bella...

Grazie!

Fede :)