Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter a Roma

Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter a Roma

La bellezza e l'arte riescono sempre a commuovermi: ogni volta penso "ecco, questo è il massimo, non vedrò mai nulla di più coinvolgente".  E poi, regolarmente vengo smenita. C'è sempre ancora qualcosa, un'immagine, un pensiero, un'espressione artistica che mi fa ritornare sulle mie certezze.

Anche questa mostra, Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter, presente a Roma a Palazzo Cipolla dopo la Pinacothèque de Paris e il Palazzo Reale di Milano, non fa eccezione. 

Amedeo Modigliani, Ritratto di ragazza dai capelli rossi (Jeanne Hébuterne), 1918

Sarà visibile fino al 6 aprile del 2014 ed espone opere di grande bellezza: oltre a Modigliani, saranno presenti anche quadri di Soutine, Utrillo, Suzanne Valadon, Kisling e altri artisti che vissero e dipinsero a Montparnasse agli inizi del Novecento durante i cosiddetti “anni folli”, in cui il noto quartiere parigino divenne centro culturale di avanguardia e luogo di incontro di artisti e intellettuali. In questo turbine di cambiamenti e trasformazioni, Jonas Netter ricoprì indubbiamente un ruolo fondamentale.

Ritratto d’uomo (Jonas Netter)
Moïse Kisling 
1920

Il percorso espositivo mette a confronto i capolavori acquistati nell’arco della sua vita dal collezionista, che, affascinato dall’arte e dalla pittura, diventò un amateur illuminato, grazie all’incontro col mercante d’arte e poeta polacco Léopold Zborowski, che gli suggerì opere di artisti non famosi ma che Netter, che di mestiere faceva il rappresentante, poteva permettersi di acquistare. 

Chaïm Soutine Autoritratto con tenda 1917 

Quando si dice la lungimiranza. Il primo fu Modigliani e lui stesso presentò a Netter Sautine. Poi fu la volta di Utrillo e di sua madre, Susanne Valadon.

Amedeo Modigliani Ritratto di Soutine 1916 

Arrivarono poi Kisling, Krémègne, Kikoïne, Hayden, HébuterneÉbiche, Antcher e Fournier fino a fare di Netter non solo un collezionista, ma quasi un mecenate per questi artisti considerati, nella loro epoca, dei produttori di mostruosità!

Jeanne Hébuterne Adamo ed Eva 1919 

Ebbene, direi che il tempo ha dato ragione a Netter ed ora abbiamo l'occasione di godere della sua capacità di valutazine !

Buona giornata a tutti

Daniela

Info: http://www.mostramodigliani.it/?page_id=18

Chaïm Soutine Autoritratto con tenda 1917 

1- André Derain Le grandi bagnanti 1908  2-Tre nudi in campagna Suzanne Valadon 1909 3- (Adolphe) Feder Ritratto di donna 1915
1- André Derain Le grandi bagnanti 1908  2-Tre nudi in campagna Suzanne Valadon 1909 3- (Adolphe) Feder Ritratto di donna 1915
1- André Derain Le grandi bagnanti 1908  2-Tre nudi in campagna Suzanne Valadon 1909 3- (Adolphe) Feder Ritratto di donna 1915

1- André Derain Le grandi bagnanti 1908 2-Tre nudi in campagna Suzanne Valadon 1909 3- (Adolphe) Feder Ritratto di donna 1915

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Francesca 12/09/2013 07:49

Buongiorno Daniela!
Ecco quella di Renoir non la posso vedere (sai se arriverà a Roma??) mentre a questa non posso mancare!
Grazie per le splendide segnalazioni!

Daniela 12/09/2013 15:05

E' una gioia Francesca! No, non so l'evoluzione di quella i Renoir, ma non si può mai dire ... se trovo qualcosa, lo segnalo.
Un bacio