Tortini di patate con prosciutto e gorgonzola

i colori dell'arcobaleno 

Eccoli i colori dell'iride in tutta la loro vivacità,... erano riflessi su un muro dell'appartamento di amici, legati alla luce che, entrando da una finestra ed incontrando uno specchio con chissà quale angolo (lasciamo a chi se ne intende motivazioni razionali e calcoli), creava questa magia colorata... Mi sono incantata a guardarli, peggio di una bimbetta, con le mie figlie perplesse davanti a tanta estasi, che richiedeva adirittura una fotografia.

i toni del blu 

Eppure non posso farci nulla: l'iride, che richiama l'arcobaleno, con i sette colori come le sette note e in generale tutte le leggende a questo legate, hanno su di me un grande fascino.... E l'arte? Grandi artisti hanno riprodotto colori e arcobaleno splendidamente, da Constable

Salisbury Cathedral from the Meadows, John Constable, 1831, National Gallery

Dürer.

Melancholia I  by Albrecht Dürer, 1514 Städelsches Kunstinstitut 

o a Caspar David Friederich,

 Paesaggio montano con arcobaleno, C. D Friederich, 1809/10, Museum Folkwang

e a John Everett Millais

Splendida immagine della dea messaggera tra l'Olimpo e i mortali (La rugiadosa Iride con le sue penne di croco, brillanti contro sole di mille varii colori, volò attraverso il cielo e si fermò su di lei [Didone Virgilio, IV libro dell'Eneide), Iride rallegra i nostri occhi, portandoci l'annuncio che la pioggia sta lasciando spazio al sole, al bel tempo...

Guerin Pierre NarcisseMorfeo e Iris, 1811
La bellezza dei suoi colori ancora oggi incanta, ci racconta storie di pentole d'oro, di leprecauni, di fortuna e di folletti... 

Oggi tutta questa bellezza e colore, per motivi diversi, la dedico a due miei amici cari: uno d'infanzia e una dell'età più matura, Rocco e Patrizia. Entrambi mi hanno regalato un sacco di bellissimi ricordi, di risate, di giochi e di grande serenità, entrambi hanno avuto un peso nella mia crescita, entrambi, in modo diverso, sono figure importanti nella mia vita. Perciò, grazie ragazzi, di cuore, ad entrambi.

Tortini di patate con prosciutto e gorgonzola.

Tortini di patate con prosciutto e gorgonzola

Ingredienti per 6

1 kg patate

50 g burro

3 uova

Sale

Pepe bianco

Noce moscata

1 bicchiere di latte

100 g di gorgonzola

1 manciata di parmigiano

100 g di prosciutto cotto

pangrattato

tortini  

Il peso di cotto e gorgonzola sono solo indicativi e abbondanti... l'utilizzo preciso dipende dai vostri gusti....

Lavate le patate e mettetele sul fuoco in una casseruola ricoprendole di acqua fredda e salata.
Coprite la casseruola e fate cuocere a fuoco vivo le patate; dopo una quarantina di minuti o appena cotte, toglietele dal fuoco, pelatele e passatele subito, finché sono ancora calde, in uno schiacciapatate o in un passaverdura ottenendo un purè, che raccoglierete in una casseruola. Uniteci il burro e conditelo con sale, pepe e noce moscata. Per rendere un po' più morbida potete unire un mezzo bicchiere abbondante di latte.
Mescolate bene con il cucchiaio di legno finché l'insieme non sia diventato liscio e consistente. Aggiungete le uova e la manciata di parmigiano; mescolate ancora.

Preriscaldate il forno a 200°C o 180° se usate il ventilato.

Prendete delle formine per muffin. Ungeteli e cospargeteli con il pane grattugiato. Mettete all'interno una cucchiaiata di composto di patate. Sopra appoggiate un bel pezzetto di gorgonzola e un po' di prosciutto cotto. Mettete ancora una cucchiaiata di composto di patate, lisciate la superficie e cospargetela con pane grattugiato e un fiocchetto di burro.

Infornate per circa 25 minuti a metà forno, o finchè la serficie non assume un bel colore dorato scuro.

Sono buoni e gustosissimi e, sostituendo il gorgonzola con formaggi più neutri, dalla mozzarella alla certosa, sono perfetti anche per i bimbi.

Buona giornata a tutti

Daniela

1 kg patate
50 gr burro
3 uova
Sale
Pepe bianco
Noce moscata

latte

1 hg di gorgonzola

1 manciata di parmigiano

1 hg di prosciutto cotto

pangrattato

 

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

la gaia celiaca 01/22/2014 00:49

molto carini e gustosi. sembrano dei piccoli gattò!

Pellegrina 01/15/2014 09:21

Questa è proprio una ricetta tua. Anche le foto, del resto.

Daniela 01/15/2014 11:33

Bene, sono contenta allora! Si è vero è un po' così... In effetti questi piatti non li cucino tutti i giorni, ma solo quando voglio "ristorare" i miei 4 commensali preferiti! :-))))
Baci, mia cara e intuitiva L e buona giornata :-)

Pellegrina 01/15/2014 11:23

Ma certo che lo è. Rispecchia il tuo tipo istintivo di cucina: saporosa, piuttosto eleborata anche se non tecnicamente difficile, robusta nel senso migliore.
Magari talvolta non proprio da tutti i giorni, ma non certo a causa del gusto! ; -)

Daniela 01/15/2014 09:51

O santo cielo: spero che sia un complimento L.!! Mi mette un po' ansia detto così ;-) Grazie di essere passata , in ogni caso :-)